LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Adielle
Destination unknown

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

On the light

come a dorso di lama sottile

sul chi vive

caccia a un inverno rosso

rivoluzione ad aprile

si estingue esangue

il succo della storia

sussurrante l' epilogo nel titolo

a favore di chi ha poca memoria

e senso del ridicolo

sviluppato quanto basta

per riempire un costume da bagno

di promesse di fertilità

e noi sulla spiaggia tutti vestiti

da capo a piedi

chè non ci sia traccia

di un lembo di vergogna

striscia di terra vergine

di baci e di carezze dai tempi della guerra

che perdemmo col nostro corpo

per una questione di codici segreti

e approvvigionamenti.

Serrare i ranghi

quando non si è perfetti negli incastri

lascia margini di manovra

agli ospiti indesiderati

è così che passano i mistici

sulle incongruenze fondamentali

di una ragione acclamata a furor di popolo

rigor di logica

per adiacenze

spostando i confini di notte

quando gli altri dormono

e sognano di avere ragione da vendere

della propria deriva distratta.

Come farsi furbi

volpi alle prese con l'uva

il frutto in alto e la fame tanta?

Saltare non basta, a volte ci vogliono le ali

chiedilo a qualsiasi angelo

ti risponderà che ogni chicco è più buono di un altro.

Ecco perchè certi vini sono alla portata di tutti

e la vita ha destinazione sconosciuta,

una lunga serie di equivoci e la fame atavica. 

 

 Adielle - 20/11/2014 14:14:00 [ leggi altri commenti di Adielle » ]

Grazie Giuliano, un caro saluto.

 Giuliano Brenna - 20/11/2014 13:31:00 [ leggi altri commenti di Giuliano Brenna » ]

Molto bella, ogni verso una polaroid scattata a un anima.

 Adielle - 20/11/2014 13:18:00 [ leggi altri commenti di Adielle » ]

Grazie tante Piergiorgio, un caro saluto con l’augurio sincero di volare altissimo nei versi e nella vita se mai fossero due cose distinte.

 Piergiorgio - 20/11/2014 09:49:00 [ leggi altri commenti di Piergiorgio » ]

«Serrare i ranghi
quando non si è perfetti negli incastri
lascia margini di manovra
agli ospiti indesiderati
è così che passano i mistici
sulle incongruenze fondamentali
di una ragione acclamata a furor di popolo
rigor di logica
per adiacenze
spostando i confini di notte
quando gli altri dormono
e sognano di avere ragione da vendere
della propria deriva distratta.»
...versi che condivido dalla prima all’ultima sillaba…da incorniciare

…eh sì che «ci vogliono le ali», te lo dice uno che da quarantaquattro anni aspetta di prendere il volo :-)
Un caro saluto

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.