LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Basilio Romano
tuttavia.

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]
...tuttavia non posso continuare a percorrere le tue sponde, a ostruire la piena delle tue acque con l'affetto che il mio cuore farnetica.

Sarò il più silenzioso e lontano degli amanti. Mi piace, in fondo, saperti presente tra le valli sinuose della California, dalla quale il tuo grido di gioia può sormontare petrose distese e giungere ancora alle mie orecchie, attente a quella misteriosa allegria che sale da un cuore amante della vita, che ha saputo ricevere amore. Non starò in attesa sulle sponde del tuo fiume, ho già bevuto la tua acqua sorgiva, limpida e fresca di sorrisi e sguardi benevoli.

Potrai cercarmi e trovarmi (perché te lo permetto) nel luogo dove il deserto mangia gli spazi che il sole gli mostra e roventi terre gialle si innalzano come onde immani verso l'azzurro che impera e sottomette, costringendo ad abbassare lo sguardo e a chiedere tregua al desiderio di ombra. In quel luogo poserò i piedi piagati cercando di evitare la stessa sorte di amori errabondi, allontanatisi, imprudenti, dal refrigerio delle acque, nello sconforto e senza rafforzare la propria anima nella cecità della fede in un più ampio mistero d'amore.

L'anima che ama, rivestita di una luce nobile, simile a quella di un'alba eternamente immobile, sa patire sul proprio corpo le piaghe causate dall'assenza dell'amato. Così rafforzato, l'amore sa non essere amore, sa rimanere nell'oscurità della sua stessa assenza e, nonostante questo, allargare il proprio amore all'infinito ed eterno attimo che lo circonda. Forse nel deserto si muore veramente, ma forse soltanto si crede di morire, perché forse la morte non è ciò che crediamo, oblio, ma il suo esatto contrario.

 Lorena Turri - 20/10/2010 15:39:00 [ leggi altri commenti di Lorena Turri » ]

Davvero bello! Emozionante.

 ly - 05/06/2008 [ leggi altri commenti di ly » ]

Una profonda conoscenza dell’anore...
Grazie

 Daniela Bigottà - 08/03/2008 [ leggi altri commenti di Daniela Bigottà » ]

Molto suggestivo, profondo, l’esternazione di una sensibilità sublime.

 Mario B. - 21/02/2008 [ leggi altri commenti di Mario B. » ]

Molto interessante.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.