LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo proposto da Sergio Loi
Il cammino della felicità

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

Il primo brivido di felicità
sprizza
da occhietti e manine guizzanti
sul materno volto radioso
che quel sussulto di gioia ha instillato
nei fervidi mesi di trepida attesa.
Presto tintinna, quasi un cinguettio,
su bambole e orsacchiotti,
rintocca a incitamento festoso
di macchinine e carrozzine,
per poi assopirsi all'improvviso,
sommerso
da fremiti interni e palpiti esterni.
Incantato dal fiorire del corpo
e dal brusio di un cuore misterioso,
l’adolescente in sé si trincera
a segreta e gelosa difesa.
Per lui il gioco
diventa una prova di forza,
una strategica arma per lei.
L'atteso incontro fatale degli occhi
disarma il duro focoso,
la dolce sirena incorona,
ma su entrambi trionfa
l'Amore.

In essi inietta un raggio di Sole,
da cui la sua fiamma è sbocciata.
La sfera di fuoco smagliante
impregna cielo e terra e mare
che cinge di un abbraccio esuberante. (1)
Riaccende i sorrisi e i vivi mosaici,
ovunque irradia rinnova la vita
e al flusso di sguardi e parole invita.
Così fiammeggi ogni fiaccola umana!
Non soffochi, in sé stessa reclusa,
la vampa sua né quelle vicine,
ma all'aria aperta crepiti in armonia,
intrecciando danze di luce e calore.
L’avido io è un sigillo sonoro
di un chiuso vuoto silenzio;
il tu generoso spiraglio foriero
di ricca espansiva umanità.
Sfavilli la creativa scintilla
a offrirsi e attizzare, l'un l'altro di getto,
pane e pace, talento e affetto!
Allor, ne le case, le sale, le piazze
di giorno vibreranno
vivaci e concertanti fiammelle;
la notte pulseranno
fervide, trepide, tenere stelle.

NB. L'arcobaleno.

Nessun commento

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
 
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.