LaRecherche.it

« indietro :: torna al testo senza commentare

Scrivi un commento al testo di Marco G. Maggi
Ad Angela Ferrara nel suo 32’ compleanno

- Se sei un utente registrato il tuo commento sarà subito visibile, basta che tu lo scriva dopo esserti autenticato.
- Se sei un utente non registrato riceverai una e-mail all'indirizzo che devi obbligatoriamente indicare nell'apposito campo sottostante, cliccando su un link apposito, presente all'interno della e-mail, dovrai richiedere/autorizzare la pubblicazione del commento; il quale sarà letto dalla Redazione e messo in pubblicazione solo se ritenuto pertinente, potranno passare alcuni giorni. Sarà inviato un avviso di pubblicazione all'e-mail del commentatore.
Il modo più veloce per commentare è quello di registrarsi e autenticarsi.
Gentili commentatori, è possibile impostare, dal pannello utente, al quale si accede tramite autenticazione, l'opzione di ricezione di una e-mail di avviso, all'indirizzo registrato, quando qualcuno commenta un testo anche da te commentato, tale servizio funziona solo se firmi i tuoi commenti con lo stesso nominativo con cui sei registrato: [ imposta ora ]. Questo messaggio appare se non sei autenticato, è possibile che tu abbia già impostato tale servizio: [ autenticati ]

Un passaggio fugace. appena percettibile,

solo un altro contatto sui social
che mi chiedeva di votare una poesia
quasi con l’insistenza di chi sa
di avere ancora poco tempo e che
i trentadue anni d’età sono una chimera.

 

Mi spiace lontana e sconosciuta amica
di non avere letto più cose di te
magari di approfondire un’amicizia vera
ho rivisto per l’ultima volta la tua foto sui TG:
non ci credevo ma eri proprio tu
nelle pagine più buie della cronaca nera.

 

Così scopro che oggi è il tuo compleanno
un compleanno che passa senza di te
il primo giorno di primavera
tuo figlio non avrà sua madre accanto
trucidata da un marito, un padre,
-un uomo proprio come me-
e la vergogna si trasforma in pianto.

 

 Marco G. Maggi - 25/03/2019 10:25:00 [ leggi altri commenti di Marco G. Maggi » ]

Cara Giulia, avevo già risposto al tuo commento ma, molto probabilmente, devo aver pasticciato un po’ con la pubblicazione della mia risposta. Angela Ferrara ha lasciato un segno del suo passaggio, è indubbio, personalmente mi ha lasciato, come sottolinea giustamente Edi Davoli nel suo commento, un profondo senso di impotenza... Grazie a entrambe per la lettura, un abbraccio

 Edi Davoli - 22/03/2019 16:49:00 [ leggi altri commenti di Edi Davoli » ]

Molto toccante Marco, mi racconta dell’impotenza e del non aver fatto abbastanza davanti a una mai immaginata fine è un sentimento che ho provato anch’io!

 Giulia Bellucci - 22/03/2019 14:17:00 [ leggi altri commenti di Giulia Bellucci » ]

Uno straordinario omaggio per Angela, poetessa e scrittrice per bambini, nel giorno del suo compleanno, che coincide proprio con la primavera. Il 21 di Marzo tra l’altro è anche il giorno in cui nasceva Alda Merini...Angela aveva la primavera anche nei suoi occhi, specchio diun’anima solare. Quella tragedia colpi molto quest’autuno, da nord a sud e non solo nella sua Lucania. Molti poeti l’hanno poi omaggiata con i loro versi.
Mi piace molto il tuo pensiero sul modo di scrivere che condivido pienamente!

 Marco G. Maggi - 22/03/2019 10:10:00 [ leggi altri commenti di Marco G. Maggi » ]

Caro Antonio, alcuni anni fa, leggendo la mia prima pubblicazione, un noto editore, già ultraottantenne, mi disse che in tutto la sua lunga carriera non aveva mai dovuto cercare un termine sul dizionario, come invece gli era capitato leggendo un testo dal mio libro. Mi suggerì quindi di scrivere sempre con semplicità e, siccome sono stato educato alla scuola che le persone più anziane hanno più esperienza e quindi spesso ne sanno molto più di noi, ho deciso di seguire il suo consiglio abbandonando eventuali complicazioni. Detto questo, la poesia può venire solo da un’emozione autentica, io sono e resto un "diversamente letterato", con tante letture alle spalle, ma senza una vera e propria cultura accademica. Sono però certo che la poesia sia un dono, e che quando si accende è come se tutte le sinapsi della mente subissero un’accelerazione, le parole sgorgano e si incastrano da sole...Quindi scrivere vera poesia, a mio modesto parere, dipende non tanto dalle nostre capacità mentali e conoscitive, che comunque hanno una loro importanza, ma dal nostro animo, dalla capacità, attraverso la nostra sensibilità, di catturare le parole. Non mi dilungo oltre perché ci vorrebbe un saggio di migliaia di pagine, e per questo c’è già gente molto più preparata di me, ti ringrazio per la tua lettura e per le tue osservazioni, sempre pertinenti, a presto!

 Antonio Terracciano - 22/03/2019 00:05:00 [ leggi altri commenti di Antonio Terracciano » ]

Ciò che colpisce e attrae sempre nelle poesie del Maggi è la sua indubbia capacità di suscitare emozioni nei lettori con parole semplici, di tutti i giorni. Egli non ha bisogno di schemi metrici né di parole per addetti ai lavori, ma riesce sempre a coinvolgere i lettori, dai più sprovveduti come me ai (credo) più sofisticati. Qual è il suo segreto? Credo che esso risieda nella convinzione con la quale il poeta scrive le sue cose, nella vera emozione che, prima di giungere ai fruitori, ha commosso e coinvolto l’autore in prima persona.

 Franca Colozzo - 22/03/2019 00:03:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Grazie per aver sciolto il nodo. Comunque sono veramente dispiaciuta e costernata per tanta violenza. Credo adesso di ricordare l’episodio che pensavo fosse accaduto in questi giorni, non avendo seguito per motivi vari il telegiornale. Veramente è incredibile questo rincorrersi di morti femminili da parte di partner per motivi legati all’abbandono. Sono sconcertata e la tua poesia riesce a mettere a fuoco una realtà triste ed in continuo incremento. Questo è un argomento molto dibattuto dai media, ma di difficile soluzione. Il mio secondo romanzo per la competizione letteraria internazionale www.nanowrimo.com verte proprio sugli amori narcisistici, da cui dipende gran parte della vexata questio.Ti ringrazio nuovamente, augurandoti la buona notte.

 Marco G. Maggi - 21/03/2019 21:46:00 [ leggi altri commenti di Marco G. Maggi » ]

Cara Franca, i fatti sono accaduti già mesi fa, avevo ricevuto la richiesta di amicizia su Facebook da questa giovane poetessa e, dopo poche settimane, ho appreso con sconcerto che era stata uccisa vicino alla scuola del figlio dal marito, poi suicidatosi. Oggi ricorre il suo compleanno, proprio il primo giorno di primavera, proprio nel giorno in cui si festeggia quella poesia che lei amava tanto...,

 Franca Colozzo - 21/03/2019 21:32:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Sono scioccata da questa tua poesia così autenticamente vera! Ma allora un’altra vittima anche oggi? Sarà mai possibile un giorno stabilire un ponte di pace tra uomini e donne?
La nostra società disperata partorisce uomini infantili o è colpa delle madri italiane in particolare che non sanno allevare i figli maschi, educando dei mammoni?
Mi rattrista molto questa storia opprimente di aberranti femminicidi.

Leggi l'informativa riguardo al trattamento dei dati personali
(D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 e succ. mod.) »
Acconsento Non acconsento
Se ti autentichi il nominativo e la posta elettronica vengono inseriti in automatico.
Nominativo (obbligatorio):
Posta elettronica (obbligatoria):
Inserendo la tua posta elettronica verrà data la possibilità all'autore del testo commentato di risponderti.

Ogni commento ritenuto offensivo e, in ogni caso, lesivo della dignità dell'autore del testo commentato, a insindacabile giudizio de LaRecherche.it, sarà tolto dalla pubblicazione, senza l'obbligo di questa di darne comunicazione al commentatore. Gli autori possono richiedere che un commento venga rimosso, ma tale richiesta non implica la rimozione del commento, il quale potrà essere anche negativo ma non dovrà entrare nella sfera privata della vita dell'autore, commenti che usano parolacce in modo offensivo saranno tolti dalla pubblicazione. Il Moderatore de LaRecehrche.it controlla i commenti, ma essendo molti qualcuno può sfuggire, si richiede pertanto la collaborazione di tutti per una eventuale segnalazione (moderatore@larecherche.it).
Il tuo indirizzo Ip sarà memorizzato, in caso di utilizzo indebito di questo servizio potrà essere messo a disposizione dell'autorità giudiziaria.