:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Biografia di Cosetta Vergnani

Sei nella sezione Biografie
aggiorna la tua biografia »

Pagina aperta 9042 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Jul 3 03:21:00 UTC+0200 2022

« indietro | versione per la stampa | segnala ad un amico »


 

leggere, leggere,leggere e scrivere

La luna e dintorni

 

C’era una volta, e forse c’è ancora, trasformata in vecchia signora, una bambina piccina, piccina.

Aveva un bel nome, si chiamava Aurora, amava utti i colori, il vento, le farfalle ed i fiori, amava la vita e le piaceva star fuori.

Di tutti i colori era il turchino il suo preferito., in testa aveva spesso un cappellino fatto a cappuccio con sulla cima un mazzolino di fuori turchesi: tutti la chiamavamo “Cappuccetto turchino”.

Era una bimba molto bella con occhi azzurri e capelli scuri, era vivace ed un po’ monella ed era anche un po’ streghina la nostra bambina.

Aveva un solo amico del cuore di un anno più grande di lei.

Un amico allegro e brioso, talvota anche rumoroso, col quale andare a far passeggiate, giochi e risate.

Quando la mamma le disse che c’era una torta da portare alla nonnna, non se lo fece dire due volte, apriì di corsa tutte le porte!

 

Cosetta 20/02/2013

Andò a prendere il suo amico e via alla volta di un’atra avventura.

La nonna abitava oltre al bosco nero, lungo la strada del cimitero.

Nessuna paura il bosco nero è ben frequentato da gufi, civette, poiane e volpette.

C’è anche un lupo, ma è un lupone buono, allegro e pacioccone.

Partirono felici con loro fardello, i bimbi, il lupo ed un  pipistrello.

Lungo la strada contarono a squarciagola, ma il lupo burlone seminò immondizia su tutto lo stradino, così Cappuccetto Turchino” dovertte fare una magia e trasformò in fiori tuchini tutti quanti i sacchetti di rudo.

Sembrava loro di camminare in mezzo ad un grande mare, fino a quando all’orizzonte comparve, a mo’ di grande veliero, la casa della nonna.

Baco, abbracci, frizzi e lazzi, la nonna li accolse da bravo nocchiero e fecero insieme una bella merenda con la torta e la nutella e poi, per cena, ci furono formaggi con la polenta: l’allegra brigata era tutta contenta.

Era felice anche il lupone, che di bestie cattive non ce sono quando si riesce a vedere il lor lato buono.

 

 


 

 Dialoga con Cosetta Vergnani / Commenta [ lascia un commento ] [Δ]

4 :: Loredana Savelli - 19/03/2013 22:44:00
[ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Auguri!!

3 :: Cosetta Vergnani - 27/02/2013 10:18:00
[ leggi altri commenti di Cosetta Vergnani » ]

Ho letto le pagg. di Maria Musik e le ho trovate belle, l’unica che non ho apprezzato è la poesia sulla Madre. non chiamerei mai MADRE la mia MAMMA.
Cosetta,

2 :: Cosetta Vergnani - 21/02/2013 12:03:00
[ leggi altri commenti di Cosetta Vergnani » ]

Vorrei capire come scrivere ed inviare poesie, racconti e storie. Grazie, Cosetta

1 :: Cosetta Vergnani - 20/02/2013 21:44:00
[ leggi altri commenti di Cosetta Vergnani » ]

Le mie priorità sono: amici, studio, lettura, viaggi, cinema.
il mio aforisma potrebbe essere: solo la cultura non fa mai paura, il lupo nero è una persona cattiva o stolta