Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
Una notte magica: Presentazione il 22 settembre 2019
alle ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Collana di eBook a cura di Giuliano Brenna e Roberto Maggiani

« ultimo pubblicato prec » « suc primo pubblicato »

eBook n. 236 :: Sottovoce, di Antonio Spagnuolo
LaRecherche.it [Poesia]

Invia questo eBook al tuo Kindle o a quello di un amico »

Proponi questo libro ad uno o più lettori: invia il collegamento all'eBook
http://www.larecherche.it/librolibero_ebook.asp?Id=242
Di Antonio Spagnuolo
puoi anche leggere:
Data di pubblicazione:
03/09/2019 12:00:00


Formato PDF - 1 MByte
Scarica/apri/leggi [download] »
Aperto/scaricato 60 volte

Formato EPUB - 123 KByte
Scarica/apri/leggi [download] »
Aperto/scaricato 2 volte

Formato mobi per Kindle
Invia al Kindle »
Aperto/scaricato 0 volte
Downloads totali: 62
Ultimo download:
19/09/2019 18:20:00
 
 

# 4 commenti a questo e-book [ scrivi il tuo commento ]

 Luciano Nanni - 10/09/2019 21:37:00 [ leggi altri commenti di Luciano Nanni » ]

Conosco da tempo la poesia di Spagnuolo: anche se a volte con soluzioni ardue, non è mai scontata, a dimostrazione di come si possano unire fantasia e intelligenza.

 Eugenio Nastasi - 08/09/2019 12:38:00 [ leggi altri commenti di Eugenio Nastasi » ]

Nella raccolta "Sottovoce" Antonio Spagnuolo, di là dall’intonazione accorata di versi dedicati all’amata perduta, ci dice che la voglia di carpire l’invisibile è l’unico modo per risorgere dall’annullamento, altrimenti detto l’avere amato diviene amare l’invisibile per se stesso al di là del desiderio e del sogno, anche se ci assalgono "altre incertezze che esplodono distratte". Al possesso del vero amore, quando si perde la sua tangibile presenza, si immola pure la propria ansia di vivere divenuta "clausura di fobie", giacchè per troppo tendersi la vita pare essersi fermata. Questa è poesia che insegue l’origine e la fine dell’esistenza proponendo, attraverso una sapiente organizzazione dell’alfabeto ungarettiano, la consapevolezza di restare uomini anche se gli inganni si moltiplicano rendendoci incapaci della minima rivolta e anche se pare che "la finestra ha specchi di follia". Ma da tutto questo mondo che inesorabile ci logora, Spagnuolo riesce a trarre ancora motivi di speranza oltre la morte, poichè la struttura morale e la statura della sua arte poetica sanno inventarsi "una spina alla temeraria fede".

 Claudia Manuela Turco - 04/09/2019 17:22:00 [ leggi altri commenti di Claudia Manuela Turco » ]

Centrale, ancora una volta, il tema della perdita della persona amata e la conseguente sensazione di solitudine che tutto pervade. La parola poetica, seppur con una certa intermittenza, consente di contrastare l’oblio e di difendersi dai dubbi esistenziali, tra appassionato ricordo e salvifica immaginazione. Unificando la propria intima ferita con quella del lettore, Antonio Spagnuolo si mette a nudo, regalandoci ancora una volta pagine di “alta poesia”.

 Raffaele Piazza - 03/09/2019 15:11:00 [ leggi altri commenti di Raffaele Piazza » ]

Il tema della perdita dell’amata detto con urgenza in modo sublime paragonabile ai versi di Montale nel protendersi alla moglie morta.
L’Amore come massima felicità umana nel ricrearla tramite la parola senza lacrime o rimpianti. Il modo unico della parola poetica di lenire il dolore senza inganni o finzioni.Una fantasmagoria di metafore e sinestesie meravigliose orchestrate magistralmente dal poeta.