:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2021 [Invito a partecipare]
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: le interviste agli autori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Articoli
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 2088 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Jun 14 17:40:15 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

La danza del ventre

Argomento: Danza

di Catello Nastro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 14/10/2008 22:03:40

Cilento: economia da s-ballo
“’NDRUNGULIAMIENDI RE PANZA”
E DANZA DEL VENTRE

Corsi e ricorsi storici. Vatolla. Gianbattista Vico. Cilento. Economia (cilentana, meridionale, italiana, europea, mondiale). Uno “tsunami” finanziario. Non che questo mi spaventi, sia ben chiaro. Tenga conto il lettore che io sono nato a Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, nel 1941, cioè durante la seconda guerra mondiale. E non appena gli alleati seppero che nel mio paese natìo c’erano i cantieri navali( lì hanno costruito e varato l’Amerigo Vespucci e il “Nuraghes”, che ci traghettò alcuni anni fa con l’esercito degli anziani dei Centri Sociali del Cilento, fino in Sardegna) ed in più c’erano anche fabbriche di ordigni di guerra, tra ogive e proiettili vari, buttarono giù tante di quelle bombe che nemmeno alla Festa della Madonna delle Grazie si sentono tanti botti. Della crisi finanziaria e dell’aumento dei prezzi nei supermercati, a me personalmente, non me ne frega proprio. Tanto il mio medico ha detto che meno mangio, più allungo la vita. Da come scrivono i giornali e dicono in TV, dovrei campare oltre cento anni. Insomma, fra pochi anni, per sopravvivere, dovremo andare a raccogliere cicorie o coltivare il grano nei giardini pubblici come si faceva al tempo di “quando c’era Lui, caro Lei…”. In Italia non si produce. Anche i limoni vengono dalla Spagna, i prosciutti dall’Argentina, i pesci ed i pelati dalla Cina, la carne dalla Germania, la frutta da Israele, i formaggi dalla Francia, i funghi porcini dalla Jugoslavia. Ma ritorniamo con i piedi per terra: terra cilentana, naturalmente. Anche stamattina, facendo la mia solita passeggiata a piedi ( 4 km. al giorno) ho il piacere di leggere tutti i manifesti di corsi professionali che si tengono nel nostro beneamato territorio. ATTORI – ATTRICI – REGISTI – MODELLI –MODELLE – FOTOMODELLE - PRESENTATORI TV – CALCIATORI – ARBITRI – TRUCCATORI – TRUCCATRICI – COMPUTER – WEB MASTER – INDOSSATORI – INDOSSATRICI – STILISTI DI MODA – ADDETTI ALLA SICUREZZA SUL LAVORO – COMMERCIALISTI – AGENTI FINANZIARI – PROMOTORI DI VENDITA – PROMOTORI ED AGENTI TURISTICI – CORSI PER IMPIEGATI ALLA REGIONE, ALLA PROVINCIA, AL COMUNE, ALLA COMUNITA’ MONTANA, AD ENTI PUBBLICI ECC. – CORSI DI DANZA AEROBICA, DANZA CORRETTIVA, DANZA CLASSICA, DANZA MODERNA, DANZA DI GRUPPO, DANZA LATINO AMERICANO E…DANZA DEL VENTRE!!! Inorridisco alla lettura e non credo ai miei occhi. Il popolo cilentano tanto legato alla quadriglia ed alla tarantella si frammista nientepopodimeno e si contamina con la danza del ventre che non c’entra un cacchio con la nostra tradizione ballerina. Ma questa è la globalizzazione…Potrà obiettare qualcuno! Innanzitutto fra tutti questi corsi non ce n’era uno di sarto, calzolaio, barbiere, imbianchino o muratore. Non dico un corso di “ficarole” perché anche fichi secchi vengono dall’estero: la Turchia. Ma lo sapete se un povero disgraziato di artigiano si prende un apprendista e questi dopo tre mesi lo va a denunziare ai sindacati, passa un sacco di guai. Lo so che un grande uomo ed imprenditore, Luca di Montezemolo, ha detto che i sindacati difendono i fannulloni. Ma una economia del genere va senza dubbio a rotoli. Qua non si produce più niente: si consuma solamente. Altro che questione meridionale! Sì, lo so. Ci sta il turismo. Ma in periodo di recessione anche il turismo…recede. Rimane la pensione dei nonni che, però, non è reversibile sui nipoti nullafacenti o disoccupati che dir si voglia. E non parliamo della cultura: sembra che anche l’India ci abbia superato. “Ma tune vaje truvanne pil’…”. A proposito di PIL (prodotto interno lordo) è proprio quello che diminuisce facendo aumentare lo squilibrio della bilancia con l’estero. Chiedo scusa ai lettori di “UNICO” se le mie note in campo economico-finanziario non sono sempre esatte. Ma io non sono un economista: sono solo uno che legge i manifesti murali perché cammina spesso a piedi. Ma avete visto mai una danza del ventre??? Si tratta di una donna, bruna e quasi mai bionda, mezza vestita o mezza svestita ( proprio come il bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno) che agita le chiappe a suon di musica ( estera pure quella) e fa muovere il ventre, ombelico compreso, nell’insieme nel nostro linguaggio dialettale chiamato “la panza”. Diminutivo: la panzuledda; accrescitivo: lu panzone; vezzeggiativo:la panzulecchia, lu panzulicchio; dispregiativo:panza chiena re’ viermi. Faccio notare al lettore che la voce panzarotto non si identifica con la panza ma con un organo che nel maschio si trova al di sotto della panza. Il suddetto nobile attributo viene chiamato anche “Fidirico, ca’ se trova ‘nu parmo sotto a l’umbellico”. La danza del ventre trova giustificazione come esercizio fisico per gli addominale. Ma gratifica anche lo sguardo: l’economia certamente no. “ Li ruluri re panza” arriveranno per chi ha i soldi, ma principalmente per chi non ce li ha. Se continua così incominceremo sulle panze scoperte (anche in inverno) i cartelli: chiuso per esaurimento merce – chiuso per ferie – affittasi – vendesi. Altro che danza del ventre…

Catello Nastro

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Catello Nastro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Catello Nastro, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Letteratura ] Omaggio a Santa Maria la Carità (Pubblicato il 13/12/2014 16:46:06 - visite: 914) »

:: [ Religione ] IL GRANDE TEMPIO Un edificio polifunzionale, multietnico, mu (Pubblicato il 08/10/2014 11:44:07 - visite: 612) »

:: [ Cultura ] Guida Turistica di Agropoli (Pubblicato il 13/04/2013 22:13:34 - visite: 1311) »

:: [ Società ] bUONA pASQUA 2013 (Pubblicato il 29/03/2013 22:35:47 - visite: 1321) »

:: [ Società ] Interessante evento ad Agropoli (Pubblicato il 01/02/2013 22:13:27 - visite: 1018) »

:: [ Letteratura ] a (Pubblicato il 22/11/2012 11:37:44 - visite: 1136) »

:: [ Arte ] La scomparsa del M° Ernesto Camerlingo ad Agropoli (Pubblicato il 20/10/2012 23:07:58 - visite: 1353) »

:: [ Arte ] Un dipinto di Paolo De Matteis ad Agropoli (Pubblicato il 13/09/2012 22:43:08 - visite: 1458) »

:: [ Arte ] Ritaa Dipino al Giffoni Film Festival (Pubblicato il 21/07/2012 01:00:44 - visite: 1293) »

:: [ Società ] Agropoli bella più che mai!!! (Pubblicato il 06/06/2012 22:38:13 - visite: 1470) »