:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
“Poco allegretto”, di Manuel de Freitas [collana Poesia]
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1130 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Nov 26 06:08:39 UTC+0100 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Con la pioggia

di Sergio Milano
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 22/09/2011 01:11:49

Il maestrale è tornato portandosi appresso la pioggia, grassa, insistente, rumorosa; fossi un gabbiano gioirei, potrei librarmi libero nel cielo più plumbeo, volare, libero.
La realtà mi ha invece etichettato come uomo, persona, essere umano, cittadino;triste realtà, una città davanti, tutta per me, per tutto il tempo che mi resta.
Tutto di corsa è il mio cammino, amore, dolore, ansia, rassegnazione e attesa.
A pensarci bene la mia presenza è l’attesa, la mia vita è l’attesa, ma guardando davanti a me scorgo il deserto, lontano, assai lontano delle minuscole cose par che si muovano, piccoli puntini, avanzano eppure restano sempre minuscole.
Questa pioggia continua, fitta e mi ha infradicito anche i pensieri, nel cielo plumbeo il gabbiano esercita la sua arte, aviatore primordiale, aviatore piumato.
I miei passi rimbombano è l’eco? No! Uno , due , uno, due, la presenza del mio pedinatore è sempre più reale, come quei puntini nel deserto che mi sta davanti, quei dannati puntini che mi vengono incontro, avanzano eppure rimangono tali, puntini, similmente i passi del mio pedinatore pur essendo più distinti, restano lontani!
Spiovesse! Continua a venir giù con insistenza, con vigoria, la strada non c’è più, solo mare, mare che ricopre tutto.
Il gabbiano aviatore sopra in un cielo plumbeo, dei puntini avanzanti nel deserto che ho davanti, la pioggia martellante, il pedinatore dietro, l’attesa , solo, sperduto, in preda alle ansie , ai dubbi…e poi cosa c’è, avessi la fede, la speranza mi ha lasciato tanto tempo addietro, mi ha rubato la vita, lasciandomi straniero in una città sconosciuta, con un deserto davanti e i passi di qualcuno che dietro mi insegue…
Non sempre la morte rappresenta un dolore, anzi……ma se non arriva e non hai il coraggio d’invitarla, essa, il suo arrivo ritarda, come il treno che ti doveva portare a casa e che non è più arrivato, allora ti resta la speranza che quei passi che senti dietro, siano loro, si proprio loro quelli di quella morte liberatrice.
Alzo gli occhi al cielo è sempre plumbeo e l’amico, il gabbiano aviatore continua ad esercitarsi nella sua arte, guardando avanti non vedo più il deserto e scomparso portandosi appresso quei misteriosi puntini, ma dietro odo sempre i passi del pedinatore è sempre dietro, non lo vedo ma c’è….per quanto?

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Sergio Milano, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Sergio Milano, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: La gatta (Pubblicato il 13/09/2011 00:41:38 - visite: 973) »

:: Blanca (Pubblicato il 13/09/2011 00:25:12 - visite: 1352) »