:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
invia la tua opera in concorso (Poesia e Racconto breve)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Saggi
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1149 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Jan 19 02:32:11 UTC+0100 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Senza spingere...

Argomento: Cinema

di Catello Nastro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i saggi dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 05/12/2010 20:35:43

Senza spingere…
BENVENUTI AL SUD

Non entravo in una sala cinematografica da oltre cinque anni. Ma questa volta le pressioni e gli incitamenti familiari, oltre che la soddisfazione degli amici che già avevano visto il film, mi spingono a seguire consorte, nuora, nipotini e parenti annessi e connessi si da occupare una fila intera di poltroncine nel cinema di Agropoli. Il contrasto nord – sud appare evidente sin dalle prime scene. In alcuni dialoghi si rasenta il paradosso, ma tutto fa brodo e quindi la sala gremita ride a crepapelle. Ed anche lo scrivente, per la verità, si fa un sacco di risate. Poche – solo alcune iniziali – le scene dedicate a Milano, il resto, e quindi la maggior parte a Castellabate e dintorni. Un film, forse inconsciamente, di notevole promozione turistica. Non che a Castellabate e dintorni i turisti mancano, ma qualche turista in più fa sempre piacere, specialmente ai commercianti che nell’estate 2010 certamente non hanno riempite le casse di sempre più rarefatti euro. Anche perché le attività commerciali, e non solo a Castellabate, ma in tutto il Cilento costiero ed anche interno, sono aumentate a dismisura perchè il cosiddetto “posto fisso” statale o comunale si è miserabilmente rarefatto, così al sud, come pure al nord della penisola. Narra la vicenda di un direttore postale un po’ imbranato, con una moglie rigida fin troppo ed un figlio in età scolare, che viene trasferito a dirigere l’ufficio postale di Castellabate. Una tenera vicenda d’amore tra due impiegati fa da collante a tutto quanto il resto. La cena in un ristorante tipico, l’inquadratura di spiagge bellissime che tutti conosciamo, una festa a mare con tanto di fuochi artificiali, una bravissima cantante napoletana sul palco della festa, qualche scena fuori paese esaltano il territorio ed i suoi abitanti anche se legati ancora alla tradizione ( fortunatamente!) cilentana antica. Il disordine nel film diventa musicalità umana, lontana da schemi computerizzati della metropoli del nord. Insomma un bel film giustamente campione di incassi come non se ne vedevano da tempo. Anche qualche battuta un po’ pesante non cadeva mai nella volgarità. Unica nota negativa – al di fuori del cinema, come al solito in TV, il programma di Bruno Vespa che ha avuto la infelice idea di invitare dei politici e parlare di sondaggi. Naturalmente il dibattito sul film, politicizzato, è scaduto notevolmente. Ne potevano fare a meno di far intervenire gli onorevoli del nord e del sud. Anche se il confronto non è degenerato a livello di “Grande fratello” o “Isola dei famosi”, ha guastato il palato facendo perdere il sapore dolce del film. E’ un bel film! Ve lo consiglio. Andate a vederlo. Senza spingere!!!

Catello Nastro

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Catello Nastro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Catello Nastro, nella sezione Saggio, ha pubblicato anche:

:: [ Educazione ] Gli istituti educativi (Pubblicato il 12/03/2013 10:47:01 - visite: 1308) »

:: [ Società ] Turismo alternativo nel Cilento (Pubblicato il 20/06/2011 22:54:14 - visite: 1212) »

:: [ Psicologia ] Nuove strategie nel Cilento (Pubblicato il 30/11/2010 21:43:19 - visite: 1163) »

:: [ Esperienze di vita ] Antichi mestieri del Cilento scomparsi (Pubblicato il 23/11/2010 21:38:07 - visite: 1127) »

:: [ Arte ] Arte a Spazio donna a Salerno (Pubblicato il 03/10/2009 15:46:02 - visite: 1295) »