Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1167 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Oct 6 17:59:30 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Lettera a una gentile signorina

di Nicola Lo Bianco
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 09/11/2012 19:10:27

Gentile signorina

la ringrazio per quello che lei sta facendo per me.

Le sue parole sono buone, io le leggo 

ma non mi ammansisco.

 

Io sono colpevole

io dico mea culpa.

 

 

Se esco di qui

le sue parole me le metto nel portafogli

come un santino.

Ma non dobbiamo incontrarci

io non la voglio vedere.

 

Lei è buona?

Buona come le sue parole?

Non lo voglio sapere.

 

 

Io dico mea culpa

 

Le è mai capitato di voler fracassare

il cranio di chi le è seduto davanti?

 

Io non sono cattivo

sono violento.

 

Leggo libri antichi, libri moderni,

libri di ieri e di oggi

ma non cambia niente.

 

Lo sa, ho letto Stendhal

Stendhal dice:

-dove manca la bellezza, lì è in agguato il delitto-.

 

Ci sto pensando,

io non sono ignorante

sono violento.

 

E’ il dèmone della mia vita

l’impulso sempre all’erta

il mugugno della mia giovinezza.

 

Mi sono barricato in me stesso

chiuso nel mio rancore

che mi fa sentire forte e vivo.

 

Mea culpa

 

Se mi capita di dare affetto

lo faccio con le piante

con gli animali,

con le pietre desolate,

con l’acqua di cielo e di mare

che sono creature innocenti.

 

Al contrario negli uomini

io sento un punto di tradimento.

Per me non è il prossimo

ma il lontano, l’estraneo, il sospetto

al quale nulla mi accomuna

se non la vicinanza fisica

sgradevole.

 

Gentile signorina

ora io le domando:

siamo veramente uomini liberi?

padroni del nostro corpo

dei nostri sentimenti

dei nostri pensieri?

 

Io lo so

ma non cambia niente

 

In verità

non possediamo, siamo posseduti:

dagli oggetti o dal lavoro

dallo sport o dal divertimento

dal gruppo o dal sesso

dalla musica o dalle corna del diavolo.

 

Io non sono stupido

sono violento

 

Lo sa lei, signorina, che mi piacerebbe per quando esco?

che facciamo una settimana di silenzio

che spegniamo tutti i motori

i notiziari

lo shopping

i giorni festivi

l’insopportabile diffusa gazzarra;

che ci mettiamo a braccetto

passeggiamo bisbigliando

una qualche preghiera

così

quella che ci viene all'istante

la prego

signorina

prima che sia troppo tardi

per me

e per lei.

Nicola Lo Bianco

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Nicola Lo Bianco, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Nicola Lo Bianco, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Un impegno (Pubblicato il 17/08/2019 17:53:15 - visite: 158) »

:: Aspettami (Pubblicato il 17/08/2019 17:43:28 - visite: 110) »

:: Cristofalo (Pubblicato il 09/02/2017 11:49:55 - visite: 655) »

:: il grande amore perduto (Pubblicato il 26/01/2016 18:17:49 - visite: 642) »

:: Senza di te, Lia (Pubblicato il 30/09/2014 12:18:45 - visite: 750) »

:: nell’attesa (Pubblicato il 24/09/2014 18:16:17 - visite: 671) »

:: Cristofalo, II strofa (Pubblicato il 24/09/2014 12:35:28 - visite: 624) »

:: Aspettami (Pubblicato il 14/06/2014 08:26:47 - visite: 884) »

:: Aspettami (Pubblicato il 14/06/2014 08:25:10 - visite: 499) »

:: Nell’attesa (Pubblicato il 09/11/2013 11:17:23 - visite: 886) »