:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021: classifica
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 866 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Apr 11 03:59:54 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Barcelona inizio

di Luca Tegoni
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 12/06/2013 15:02:11

Più invecchio e più persone conosco quindi sono sempre di più i nomi che non voglio usare come personaggi delle storie che scrivo. Non vorrei che qualcuno pensasse che abbia rubato una storia intima.

 

Pasquale Cafiero nacque a Bolzano e conobbe Carolina Schmid, che invece nacque a Palermo, durante una vacanza a Barcellona.

In quello stesso periodo vivevano a Barcellona Dimitri Costadinos, nato in Grecia, e Fionnula Flanagan, nata in Irlanda. Vivevano insieme da qualche anno.

Paquale Cafiero, che parlava un poco di Inglese, conobbe Fionnula in un bar vicino al mercato della Boqueria. Fionnula stava pranzando con qulache tapas e beveva un calice di cava. Distrattamente rovesciò un piattino vuoto addosso a Pasquale che era lì accanto e che stava scegliendo che cosa mangiare. L’urto del gomito contro il piattino fece girare Fionnula verso Pasquale che avvertì nel contempo una scossa al gomito ovvero dove il piattino l’aveva colpito. Due gomiti e un piattino. L’attenzione di entrambi si rivolse verso il basso dove cadde il piattino, poi gli occhi si alzarono a conoscere i protagonisti. E si fissarono, poco ma bastò per conoscersi. Fionnula si scusò in Spagnolo e Pasquale, dal momento che si trovava all’estero, per riflesso condizionato, si schernì in Inglese. Allora Fionnula chiese si presentò parlando in Inglese e Pasquale rispose spaventato che, si parlava qualche parola di Inglese ma che era Italiano e parlava benissimo il tedesco. Fionnula sorrise senza capire granchè e allora cominciò a parlare lentamente in Spagnolo. Allora Pasquale che aveva avvertito una lingua non tanto ostile iniziò lentamente a parlare Italiano con lentezza. Le carte si gettano a terra a ridosso del bancone, così come i piattini. I due decisero di pranzare insieme ma per essere più comodi, vista la reciproca simpatia nata da quello sguardo istantaneo, si sedettero ad un tavolino all’aperto sotto il sole delle belle giornate di Barcellona.

Carolina Schmid era già arrivata al Parc Guell arrivando a piedi da Plaza Catalunia salendo per il Paseo da Gracia. Non aveva fretta e camminando lentamente. assaporò la confusione della gente e la confusione creativa delle case di Gaudì. Carolina viaggiava insieme ad un’amica, Olga, anche lei di Palermo. Era la sua amica più recente, con la quale aveva stretto amicizia per caso, ad una cena con amici alla quale si erano aggiunti amici degli amici tra le quali Olga. Anche ad Olga piaceva passeggiare e quindi senza fatica raggiunsero il Parco progettato da Gaudì. In origine avrebbe dovuto essere una specie di Parco privato per qualche decina di abitazioni. Alla fine non ci abitò mai nessuno. La lucertola brillante accoglie all’ingresso del parco i visitatori. Dimitri Kostadinos veniva abbastanza spesso al parco Guell per fare disegni. Ogni tanto ritraeva anche i visitatori di nascosto, magari quando erano assorti a leggere o stavano riposando a d occhi chiusi. Si sedette come al solito sulla panchina ergonomica della piazza rialzata e osservò la gente intorno a lui. Carolina e Olga erano poco distanti da lui e stavano armeggiando con una macchina fotografica. Chiesero a Dimitri se poteva fare loro una foto. Dimitri le guardò con un bel sorriso, guardò in alto il sole e accettò in Spagnolo, che poi è come l’italiano. Poi Dimitri, dopo aver scattato la foto chiese loro da dove venissero. Loro risposero Italia. Allora Dimitri, parlando lentamente in Spagnolo, storpiando un poco le c e le z disse:- Io dalla Grecia. Nos pueblos, Una facia una rasa. Usted se recuerdan de la pelicula Mediterraneo?- e rise senza fare rumore. Le due ragazze, sorprese, risero con buon umore. Allora Dimitri le indirizzò verso altri scorci per fare altre foto. Una gentilezza ospitale.

Sotto il cielo di Barcellona vibrano corde che esprimono suoni per cui non ci si sente mai soli. Come i torrenti che arrivano al mare si arriva alla Rambla Central per scendere verso Colon e tra le statue viventi, buskers e le bancarelle i protagonisti di questa storia si incontrano.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Luca Tegoni, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Luca Tegoni, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Histoire d’Irene (Pubblicato il 15/02/2013 14:58:02 - visite: 834) »

:: La Distanza (Pubblicato il 06/02/2010 15:28:08 - visite: 912) »