:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
“Tre monologhi. Penna, Morante, Wilcock”, di Elio Pecora [collana Racconti (Teatro)]
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Incognito

di Teresa Nastri
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 02/03/2014 12:11:22

Incognito

 

A un famoso convegno internazionale di Poesia si incontrarono per la prima volta esperti di tutto il pianeta, e per cinque giorni esposero discussero valutarono teorie diverse, spesso fra loro contraddittorie.

La Poesia fu misurata pesata analizzata. Se ne sondarono gli abissi, se ne scalarono le vette. Fu deciso che il mondo aveva ancora bisogno di Poesia, come una donna di belletti e profumi, come un fiore della sua corolla e gli angeli delle ali.

Quando finalmente tutti gli argomenti furono esauriti e gli oratori già si preparavano a recarsi in massa nell’apposita sala per i brindisi di circostanza, chiese la parola una giovane che nessuno aveva notato fino a quel momento. Il suo aspetto era dimesso, il colorito pallido, ma la voce era chiara e forte e capace di raggiungere ogni angolo della vasta sala. Ed essa parlò, ma le sue parole si persero nello scricchiolìo delle sedie smosse, dei passi affrettati in direzione della buvette, nei mormorii che si scambiavano i convenuti - ancora sotto l’effetto dell’emozione per le mirabili cose dette e udite.

Fu così che, quando la Poesia tacque, nessuno si accorse neppure che essa aveva parlato, dato che era intervenuta senza le debite presentazioni.

 

(Pubblicato su Wolf   Periodico on-line di comunicazione, filosofia, politica - Primo numero – 2002)

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Teresa Nastri, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Teresa Nastri, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Pensieri (Pubblicato il 31/10/2016 09:19:24 - visite: 622) »

:: Nel Tempo (Pubblicato il 19/03/2016 17:39:34 - visite: 606) »

:: Nel Tempo (Pubblicato il 19/03/2016 17:38:37 - visite: 493) »

:: L’Ultimo Sorriso (Pubblicato il 09/01/2016 10:28:32 - visite: 633) »

:: Dónde están las palabras (Pubblicato il 22/10/2015 11:18:06 - visite: 598) »

:: Casa dello Studente N.° 12 (Pubblicato il 16/03/2015 19:39:18 - visite: 917) »

:: Desideri (Pubblicato il 16/03/2015 18:14:56 - visite: 680) »

:: Leisure (Pubblicato il 09/03/2015 09:28:23 - visite: 3602) »

:: Levità (Pubblicato il 21/01/2015 17:07:32 - visite: 641) »

:: Esule (Pubblicato il 21/01/2015 16:55:51 - visite: 845) »