:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
“Tre monologhi. Penna, Morante, Wilcock”, di Elio Pecora [collana Racconti (Teatro)]
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1017 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Nov 27 12:51:52 UTC+0100 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Nella prima pancia

di Amina Narimi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 7 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 02/03/2014 16:04:15

Quando nasceva un bimbo

Loro andavano a prendere un bozzolo

Da tenere accanto al nascituro

Perché lo aiutasse a riempirsi di fantasia.

 

Nella prima pancia, ormai

assolutamente semplice,

tutto si sta compiendo, la propria fine

la propria immensità. Nel cenno

del mistero, ti prego

di infilare il dito oltre la pelle

nella ferita del costato

penetrando nella carne viva

non è cecità della mente

inchinata al dolore

è un itinerario che può comprendere

l’oscurità, che si alimenta di domande,

che sale sui sentieri, per alture

Sottile è il Signore, senza il fiore

delle domande dai tanti petali

non si ha il frutto delle risposte

 

Eccede attraverso un incontro e ora

i miei occhi ti vedono, prima di trovare,

solo dopo ti cerco. Nel cuore

ho la carne, l’evento di un’umile anima

quando mi muovo, quando parlo, anche

quando disegno il fiore di una cipolla,

e mi sembra di piangere, è solo

una questione di sguardi

per accompagnare qualcosa

d’invisibile

“alla sua incalcolabile destinazione”

 

un movimento di Realtà

con questo solo tesoro:

se vedo un albero che cammina

dentro la sua foglia

disegno una mano che si alza  e la sua luce,

dal braccio che attira a sé grani di stelle,

inondando i campi di rami gli occhi

neri del prato che s’inchinano

nel freddo di questo marzo buono,

a un punto della corsa. Andiamo, come amore,

 

coi modi invisibili del cuore, toccandomi

un disegno. Allunga la tua mano. L’albero

lo farà passare,  la massima carezza

è così Unica, vicina

all’atto della creazione. Apre alla gioia

 

Allarga con grande respiro

e riposa

dove ti aspetta per l’albero più alto

che è nel tuo corpo,

un figlio da crescere

nella prima pancia

 

 

 

Opera: Il cielo

di Claudio Parmiggiani


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 7 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Amina Narimi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Amina Narimi, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Rayuela (Pubblicato il 07/09/2021 23:00:22 - visite: 155) »

:: Meryem Ana Evi (Pubblicato il 16/08/2021 08:32:01 - visite: 183) »

:: Nella rocca splendenza dell’hara (Pubblicato il 15/08/2021 07:50:09 - visite: 146) »

:: Se conoscere è fare l’amore (Pubblicato il 13/06/2021 17:33:33 - visite: 227) »

:: Il suono antecedente . . . l’avverbiale (Pubblicato il 18/05/2021 10:04:52 - visite: 262) »

:: Benedetta giumella delle carezze (Pubblicato il 15/05/2021 10:49:29 - visite: 175) »

:: Nella casa del pane occorre fame (Pubblicato il 01/05/2021 23:09:39 - visite: 198) »

:: Il vento solare di Lucy (Pubblicato il 01/05/2021 15:05:05 - visite: 163) »

:: La sua prima voce di aprile (Pubblicato il 30/04/2021 10:38:50 - visite: 145) »

:: Col bisbiglio di una piccola ederlezi (Pubblicato il 28/04/2021 23:58:33 - visite: 206) »