:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1482 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Jun 11 19:53:14 UTC+0200 2024
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Hanami

di Amina Narimi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 10 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 06/04/2014 20:10:05

C’è ancora tanto da guardare.

C’è il rumore con cui siamo partiti

nascosto nella terra

catturando i guizzi dei muscoli facciali

col riflesso di parole in superficie

di un'acqua più profonda

 

Dietro alla facciata delle case

il non detto delle stanze, i corridoi,

i vestiboli dell’intero corpo pesano

persino più del mondo che si tocca

Nel suo modo d’essere Originario

hanno una  grammatica privata

un'oscura forma, le cose che noi siamo

per non assassinare la magia

Volevi mangiare i colori della vigna rossa,

disinfettarti alla luce di ogni giorno,

per scorticare la pelle con la sua dolcezza,

fino a spezzarti, nel cielo, ricostruirti

sugli alberi, tra i muri, sui volti che fanno

 

ti cerco come posso, dietro la schiena

e sotto le suole. C’è un Prima

-un flusso che attraversa  lo stesso luogo

che gesta le radici, nelle praterie della verità-

catturato con lo sguardo, non c’è errore

della vista, attraversando tanto spazio,

se oggi diventa tonda la tua casa

da lontano, tra realtà e vita. porto un sassolino,

un fil di lana anch’io, dove mi siedo,

insieme alle parole uscite via dal corpo

 

c’è così tanto da guardare

leccando l’alfabeto di ogni fiore

in cerca di salvezza. Sono due in uno Eduard Boubat

con ali bagnate nella polvere,

hanno un movimento circolare

prima di cadere, nel profondo che trattiene,

si fa eterno l’anima, prossima al vuoto,

affollato di luce

 

è l’intreccio di silenzio e di vocali,

la celebrazione, madre di se stessa,

un divenire prima di spiccare il volo

il sacrificio delle parole verso il corpo,

che genera l’amore,

al limitare della ragione,

perché ancora da dirsi..

nel respiro

 

è da là  che viene dentro, lo stupore,

con altri occhi, della mente,

e lo consegna in dono sulla lingua

nell’attimo che tocca appena il fondo

in una sola luce immaginale

è l'hanami, di vita in vita, che risuona

fino alla dimora del principio,

che si apre, ancora senza nome,

dove la sua voce è quella stanza

con gli alberi, e tutti i fiori dentro.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 10 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Amina Narimi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Amina Narimi, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Molta notte di una donna (Pubblicato il 05/02/2024 11:18:29 - visite: 147) »

:: Ogni coppia è un angelo (Pubblicato il 19/01/2024 23:40:17 - visite: 167) »

:: La grazia della cenere (Pubblicato il 16/01/2024 21:19:30 - visite: 108) »

:: Haiku (Pubblicato il 06/01/2024 21:10:51 - visite: 148) »

:: Nell’umida coppa dell’ epifania (Pubblicato il 04/01/2024 21:33:13 - visite: 154) »

:: Io ti starei in pancia , figlio mio (Pubblicato il 21/12/2023 23:43:13 - visite: 209) »

:: Il silenzio e sacro vuoto del Natale (Pubblicato il 06/12/2023 00:32:43 - visite: 210) »

:: Come va con il dolore. bellaluce (Pubblicato il 01/08/2023 11:13:39 - visite: 252) »

:: Trenta petali ( haiku ) (Pubblicato il 03/03/2023 22:46:44 - visite: 337) »

:: L’assoluta (Pubblicato il 26/02/2023 21:26:52 - visite: 272) »