Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
10 luglio 2020: 149 anni dalla nascita di Marcel Proust
Leggi l'Antologia proustiana 2020: Quarantena a Combray
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Recensioni
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
Pagina aperta 1462 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Jul 12 09:31:38 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il test di coscienza

Narrativa

Andrea Frova
Edizioni Il Filo

Recensione di Giuliano Brenna
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le recensioni scritte dall'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 28/01/2008

"Il test di coscienza" è il racconto che apre questa raccolta che ha come sottotitolo "e altri racconti quasi catastrofici", infatti dopo la catastrofe raccontata nel primo racconto, sarà quasi sempre una quasi-catastrofe ad essere la cifra delle altre narrazioni, quasi-catastrofe, dicevo, in quanto non si tratta di eventi catastrofici su vasta scala, ma avvenimenti più intimi, piccole catastrofi quotidiane, che, per chi si trova a viverle, sono immani, ma passano praticamente inosservate agli occhi dei più, non fanno scalpore pur facendo tanto male. In questo libro l'autore miscela sapientemente le sue grandi passioni: la scienza - che è anche la sua professione principale - con la musica classica e la montagna, fa da sfondo una Roma caotica che nel racconto "Una coppia tranquilla" spinge i protagonisti ad andarsene per capitare dritti dritti in una loro catastrofe privata. I testi hanno una loro originalità (tranne la ballata di Fausto, assolutamente prevedibile) e sono ben scritti, riescono in poche righe a presentarci chiaramente la situazione e descrivono in maniera incisiva i protagonisti, lasciando quasi subito spazio agli avvenimenti, dando al libro un certo dinamismo che, in una raccolta di racconti di questo tipo - fra il fantascientifico e il quotidiano -, è fondamentale per tenere desto l'interesse e il divertimento - assicurato- del lettore.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Leggi altre recensioni ai libri di Andrea Frova:

:: Bravo Sebastian - Editore Bompiani
(Pubblicata il 07/05/2008 - visite: 1236) »