Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 711 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Oct 26 03:29:36 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Cleopatra testo per bambini

di Mariangela Nonanta
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 18/02/2016 16:01:59

C'era una volta una micia di nome CLEOPATRA, una gatta randagia, un po'rachitica, vista la fame che aveva patito, con due occhi viola, orlati da lunghe ciglia viola ed un codino a forma di fiocco.

 UNA SERA fredda di gennaio  , rincantucciata accanto ad un lampione dalla luce fioca, Rosalba, una dolce signora di circa quarant'anni, scorse un gomitolo nero,

nero, era una miciona infreddolita.

Ella la prese in braccio, accarezzandola con una delicatezza inusuale e la bellissima gatta le fece le fusa, per ringraziarla di tutte  le attenzioni ricevute, non immaginando

nemmeno che , di lì a poco, la sua vita sarebbe cambiata moltissimo.

Oltrepassata la soglia di casa , i suoi figli, due ragazzini aolescenti di tredici e quindici anni, si misero a strillare, tirandole i baffi e la coda.

La madre si avvicinò ai monelli e li spedì nella loro cameretta, a studiare ma essi , per continuare a divertirsi, le posero davanti un roditore finto, così CLEOPATRA correva,correva... ed ifigli giù a ridere.

La padrona di casa capì ben presto, di non aver ospitato una bestiola qualunque, in quanto ogni qualvolta si fosse fatta un bagno, anche la micia avrebbe preteso un'accurata toilette!

Le richieste di Cleopatra aumentavano di giorno in giorno e se non venivano soddisfatte, essa faceva le sue rimostranze, con miagolii esasperanti e graffiate, sul divano di taffetà del salotto.

Rosalba fu costretta a badare più a lei che ai suoi figli, poichè non era a conoscenza  del fatto che Cleopatra fosse un'incantevole regina, trasformata in bestiola da un'aspirante fata.

Smemorella , alquanto distratta, aveva scambiato l'ingrediente di una pozione magica: coda di lucertola con polvere di ruggine di chiodo, per cui dandola da bere alla sua Regina, bella e dolcissima, la regnante aveva assunto le sembianze di una graziosa gattina; l'incantesimo si sarebbe spezzato soltanto se un topo l'avesse chiesta in sposa!

Dall'altra parte del mondo , un stregone  perfido, chiamato Pitone, era in lotta con il capo-tribù

giovane ed affascinante ed intendeva toglierlo di mezzo, facendolo sparire dalla faccia della terra o trasformandolo in una bestiola poco piacevole, un topastro!

Il roditore s'infilò nella carlinga di un aereo ed effettuando un viaggio intercontinentale, si andò a nascondere proprio nel bidone della spazzatura della signora Rosalba.

Zoastro il topastyro, appena vide CLEOPATRA se ne innamorò, tanto era piacevole d'aspetto e di modi, chiedendola in sposa.

Così l'avvenente regina riprese le sue fattezze e si ritrovò moglie di un capo tribù, selvaggio, ma fantastico e tutta la famiglia, Rosalba e figli e marito , furono invitati al rito nuziale.

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Mariangela Nonanta, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Mariangela Nonanta, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Nebbia (Pubblicato il 15/09/2017 08:52:28 - visite: 354) »

:: Lo sciopero del tempo (Pubblicato il 11/09/2017 08:31:57 - visite: 260) »

:: La rivolta delle scarpe (Pubblicato il 08/09/2017 08:49:56 - visite: 220) »

:: Tonino il depliant bambino (Pubblicato il 08/05/2017 08:08:53 - visite: 363) »

:: Il cellulare Peperone (Pubblicato il 20/04/2017 14:55:59 - visite: 317) »

:: Migliasso,l’uomo grasso (Pubblicato il 02/03/2016 09:40:51 - visite: 580) »

:: Ronaldino il pesciolino testo per bambini (Pubblicato il 23/02/2016 15:10:04 - visite: 652) »