:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 classifica e vincitori del Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 604 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Aug 13 18:37:54 UTC+0200 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Versi di una sera di luglio

di Lorenzo Vazzana
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 02/07/2015 22:02:55

 

VERSI DI UNA SERA DI LUGLIO

 

La luna si addormenta

Fra le stelle,

si appoggia

sul nero tappeto

del cielo

come una gatta persiana

in attesa

che il vento le carezzi

il bianco pelo

come un padrone

che fuma la sua

pipa davanti

un camino spento.

 

Mondo, come sei metafisico!

La chiesa buia

Non riflette nessuna luce,

sui portoni

in ferro le scritte

in latino sbiadite

e le immagini

arruginite

mi fanno ricordare

Michelangelo morto.

 

Arte, mia arte,

il volgo ti disprezza!

 

Sei come una puttana

Da quattro soldi

Ormai gettata

Su una strada

Ad aspettare

La tua umiliazione

Per un pappone

Che dopo

Ti picchierà

Comunque.

 

Miei versi,

non c’è altare

al quale mi inginocchi,

non c’è Dio

nel quale io creda,

ma solo la pazzia

che divora

il mio fegato

lentamente

come un verme

affamato

che si contorce

su un cadavere

ancora caldo.

 

 

Odio la guerra ma non voglio far pace,

odio la morte ma voglio morire,

odio l’amore ma amo,

odio il canto ma non smetto di cantare.

 

Versi miei,

se foste raggi di sole

che perforano le nuvole,

se foste stelle di galassie lontane,

se foste angeli dalle trombe d’oro

pronte a risuonare nell’etere

lontano spezzando il fiato

solo nelle estasi più pure ...

 

ma il Se regna dentro

la mia psiche,

perché voi siete

la bara di un cadavere

che ormai è polvere,

siete un riflesso

della luce che

cade e rimbalza

in una pozzanghera

dove molti piedi

hanno infradiciato

la loro scarpa,

siete la merda

dove i maiali

si contorcono

lieti e grassi,

siete il soffio

di una tenera madre

che toglie la terra

dagli occhi del bimbo

che giocando

scivola di faccia nella terra.

 

Ed il cielo, tutt’ora,

buio e silenzioso

come mai è stato,

è infinito e incommensurabile

ai miei occhi. 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Lorenzo Vazzana, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Lorenzo Vazzana, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: L’eretico (Pubblicato il 07/07/2015 19:44:39 - visite: 512) »