Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1008 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Oct 19 02:35:43 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Che questa è una sorte che bisogna subirla

di Roberto Maggiani
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 7 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 26/01/2016 20:17:01

 

 

Ai bisnonni ai nonni

ai padri e alle madri

che ci hanno consegnato

un’Europa libera dal nazifascismo.

In memoria.

 

Il mio bisnonno ‘Ng’lìn

teneva sempre una roncola infilata

nella cintura dietro la schiena.

Una mattina presto si appostò

in attesa del funzionario fascista

lo prese per il bavero

e lo minacciò di avvolgergli

le budella intorno al collo

se non gli avesse dato un lavoro

anche senza la tessera.

Uscì indenne da quell’impresa.

 

Suo figlio Svà

richiamato alle armi

prestò servizio nella Milmart

alla Rocchetta

dove i cannoni erano puntati

a difesa del porto de La Spezia

ma non appena Badoglio

proclamò l’Armistizio

l’8 settembre del Quarantatre

se ne venne via

insieme a molti altri

che col fascismo non volevano

spartire nulla –

entrò nelle milizie partigiane

e fu chiamato

‘l partidziàn d’i fadzóli.

 

L’altro bisnonno

chiamato Tunìn

durante un rastrellamento

a Carrara

fu catturato e deportato in Germania –

da Carpi riuscì a inviare

di fortuna

un messaggio alla sua sposa:

 

“Ti mando questo mio biglietto

per farti sapere mie notizie.

Dunque di qui io parto

per la Germania

non pensare a me

pensi per te

tanto lo sai

che questa è una sorte

che bisogna subirla

speriamo di ritrovarsi

presto a casa nostra

tutti insieme.”

 

Non fece ritorno –

neppure in forma di sole ossa.

 

In quella casa – la mia –

con sacrificio e pena

non entrarono mai

l’arroganza nazi-fascista

la coercizione

l’abominio della discriminazione

il profondo male antisionista.

 

Come per mio nonno ‘Ng’lìn

mi va la mano alla cintura

dietro la schiena

ogni volta che quell’ombra infame

si avvicina.

 

 

 

Note

MILMART. La Milizia Marittima di Artiglieria era una specialità di artiglieria della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale. La MILMART si occupava della difesa delle piazzeforti delle basi navali, dei previsti punti di sbarco e delle isole minori. La Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale (in acronimo MVSN) fu un corpo di polizia civile ad ordinamento militare, dell’Italia fascista (spesso genericamente identificata con la locuzione camicie nere a causa delle camicie di colore nero adottate quale parte della divisa, come spesso indicato anche nella storiografia non italiana).

Armistizio dell’8 settembre 1943. Il proclama di armistizio di Badoglio dell’8 settembre 1943, costituisce l’annuncio dell’entrata in vigore dell’armistizio con gli Alleati. Il messaggio, letto dal maresciallo Pietro Badoglio (Capo del governo e maresciallo d’Italia) alle 19:42 al microfono dell’EIAR, annunciò alla popolazione italiana l’entrata in vigore dell’armistizio di Cassibile, firmato con gli anglo-americani il giorno 3 dello stesso mese. Più della metà dei soldati in servizio nella penisola abbandonarono le armi e tornarono alle loro case in abiti civili.

‘Ng’lìn: in dialetto carrarese è il diminutivo del nome Angelo (Maggiani Angelo, detto Il moretto, cavatore).

Svà: in dialetto carrarese è un troncamento del nome Osvaldo.

Tunìn: in dialetto carrarese significa Tonino che sarebbe il diminutivo troncato di Antonio (Caleo Antonio, marinaio)

‘l partidziàn d’i fadzóli: in dialetto carrarese significa “Il partigiano dei fagioli”

I versi tra virgolette sono tratti dalla lettera autografa del bisnonno Tunìn, sono evidentemente sgrammaticati. Scrisse la lettera al volo su un pezzo di carta gialla per alimenti e la consegnò a una persona che da Carpi stava andando a Carrara.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 7 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Roberto Maggiani, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Roberto Maggiani, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Lì, oltre il finestrino (Pubblicato il 09/09/2020 16:59:45 - visite: 76) »

:: Genesi (Pubblicato il 31/07/2020 10:43:19 - visite: 177) »

:: dieci leghe e una chiesa che la riassume (0,0) (Pubblicato il 11/07/2020 15:36:34 - visite: 246) »

:: A proposito delle fregole per la pubblicazione (Pubblicato il 22/05/2020 18:27:45 - visite: 178) »

:: La resa (Pubblicato il 10/04/2020 13:45:33 - visite: 230) »

:: I sassolini bianchi di Pollicino (Pubblicato il 31/03/2020 10:58:51 - visite: 220) »

:: La matrice delle paure (Pubblicato il 27/03/2020 11:45:41 - visite: 408) »

:: Di due punti in due punti... (Pubblicato il 12/03/2020 12:31:39 - visite: 341) »

:: Ti ti tiii (Pubblicato il 14/02/2020 21:43:04 - visite: 329) »

:: I morti (Pubblicato il 31/10/2019 14:09:29 - visite: 434) »