:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2021 [Invito a partecipare]
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Davide Savorelli
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Stelle splendenti

di Salvatore Armando Santoro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 16/12/2017 02:55:52

 

 

 

Quando per dir, balbetterai da sciocca

e penserai da vecchia rimbambita,

un ripasso farai della tua vita

mentre salmodierai una filastrocca.

 

Nell'orto sboccerà una violaciocca

ma avrai la schiena rigida e contrita

la pelle secca e tutta raggrinzita

e i denti finti balleranno in bocca.

 

Raccogliere quel fiore non potrai

che ancor rifiorirà nel tuo giardino

tra cento rose rosse sui rosai.

 

Forse ricorderai di un burattino

che a te lui raccontò tutti i suoi guai

e tu stringevi lieta a te vicino.

 

Raccogliesti le lacrime sue amare

ma non capivi il tanto suo penare.

 

Tu gli dicevi:- “Goditi il mio amore

ora c'è gioia scaccia via il dolore”-.

 

Lui ripeteva:- “Un dì ricorderai

anche se presto mi abbandonerai”.

 

Il tempo andò: ma oggi è alla tua porta

ma penso adesso hai la memoria corta.

 

Meglio non ricordare quell'affetto

che forse Dio ha più volte maledetto.

 

Anche se al buio andai tra tanta gente

fosti per me una stella risplendente.

 

Salvatore Armando Santoro

(Boccheggiano 13.12.2017 – 1,41)

 

- Sonetto ritornellato

 

Il dipinto “Notte stellata” è di Vincent Van Gogh

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Salvatore Armando Santoro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Salvatore Armando Santoro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Pasqua senza Resurrezione (Pubblicato il 04/04/2021 22:45:54 - visite: 63) »

:: Pupazzetti (Pubblicato il 16/01/2021 23:00:32 - visite: 83) »

:: Fabiolo (Pubblicato il 11/01/2021 06:44:28 - visite: 97) »

:: Autunni (Pubblicato il 05/01/2021 23:10:50 - visite: 100) »

:: Il volto dei poeti (Pubblicato il 28/12/2020 00:44:45 - visite: 83) »

:: Il muretto (Pubblicato il 28/12/2020 00:11:23 - visite: 89) »

:: Arrabbiature (Pubblicato il 22/12/2020 07:34:49 - visite: 100) »

:: Morale (saffica) (Pubblicato il 17/12/2020 02:36:49 - visite: 128) »

:: Le chat - Il gatto (Pubblicato il 16/12/2020 10:53:06 - visite: 106) »

:: Il bianco ed il nero (Pubblicato il 16/12/2020 10:48:48 - visite: 83) »