:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 135 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Jul 3 07:29:53 UTC+0200 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Ideali

di Teresa Cassani
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 12/03/2022 20:52:05

IDEALI

Il bambino sul lungarno spinge il cerchio davanti a sé, la signora, in abito da passeggio e veletta, lo segue accanto alla nurse con la carrozzina, facendo ruotare pigramente l’ombrellino che ripara da un sole sbucato all’ improvviso in questa giornata di fine febbraio.
L’atmosfera intorno è armoniosamente composta. Il vecchio venerando, appoggiandosi al bastone, si sorprende a contemplare l’insieme che compone il quadro vivente.
Si abbottona la redingote sul panciotto percependo con tenerezza il suo corpo smagrito sotto gli abiti di taglio inglese. Inavvertitamente, segue con gli occhi il roteare dell’ombrellino color polvere sulla spalla della signora che cammina accanto alla bambinaia dietro al figlio più grandicello.
Pensa alla stagione dell’inconsapevolezza e si chiede se, e quando, e come ciò che tutta la sua esistenza ha espresso avrà un seguito.
Certo, quel ragazzetto ha un aspetto più florido del suo alla stessa età e la signora con l’ombrellino color polvere forse non patirà le pene di una madre che già sessant’anni prima trepidava per la salute cagionevole del figlio.
Eppure -pensa- la sua fibra, nonostante il volto emaciato, i sudori frequenti, gli spasmi notturni, gli attacchi di bronchite, ha resistito alle intemperie del tempo e degli eventi che si sono avvicendati sulla ruota veloce della fortuna, come quel cerchio spinto dal ragazzo. Perché la certezza che si è nati per trasformare il mondo l’ha percepita fin da adolescente quando, al porto di Genova, mentre guardava le nasse di pesce sulla banchina, aveva visto un gruppo di profughi piemontesi imbarcarsi per andare a combattere in Spagna: lo spirito che ha animato i giorni e gli anni a venire non l’ha mai abbandonato, anche quando si è trattato dell’umiliazione del carcere e dell’esilio.
É questo il pensiero che l’insigne vegliardo, affacciato al parapetto del lungarno, lancia nella corrente del fiume perché il suo desiderio di andare incontro alla vita con giustezza si trasmetta agli altri, come è successo con Jacopo Ruffino, il discepolo prediletto, diverso da molti patrioti che spesso dimostravano di tradire l’essenza del suo messaggio.
Ha dovuto lottare incessantemente, ha sofferto la miseria e la lontananza, la nostalgia dell’Italia da Ginevra e da Londra, ma, ora, ciò che più l’amareggia è essere ritornato lì, nella sua patria, sotto mentite spoglie. Mentite spoglie.
Trovarsi alla vigilia dell’ultimo passo di una vita spesa per nobili fini, senza poter disporre ancora della libertà per la quale ha combattuto e dover, invece, continuare a nascondersi e mentire: lui che ha vissuto per affermare la verità.
È amaro il boccone che scende nella gola del vecchio stanco, mentre sale il rigurgito della pozione medicamentosa assunta la sera precedente, inutile rimedio a un destino più volte scongiurato ed ora irrimediabilmente prossimo.
Continua a girare l’ombrellino color polvere sulla spalla della giovane donna che si allontana sul lungarno, gira il cerchio del ragazzo che insegue le fantasie della giovinezza e chissà se abbraccerà mai gli ideali che sono costati la vita a tanti.
Il sole gira infuocando i tetti delle case e l’acqua del fiume che corre: corrono i pensieri nell’ultimo giro della ruota.
Ma adesso il vecchio ha raggiunto l’ultima, intima certezza: non sbaglia se pensa che ci sarà ancora un domani per chi vuole difendere irrinunciabili ideali.





« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Teresa Cassani, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Teresa Cassani, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Illusioni (Pubblicato il 17/06/2022 20:43:00 - visite: 64) »

:: Accomunati (Pubblicato il 27/02/2022 13:33:33 - visite: 133) »

:: Ne basta uno (Pubblicato il 15/02/2022 15:42:47 - visite: 102) »

:: «C’è in te più di quanto tu stesso non sappia» (Pubblicato il 06/02/2022 16:42:06 - visite: 142) »

:: Dono (Pubblicato il 08/01/2022 10:44:32 - visite: 353) »

:: Baba (Pubblicato il 03/01/2022 20:19:24 - visite: 124) »

:: Breccia (Pubblicato il 28/12/2021 15:29:28 - visite: 151) »

:: Oscurità (Pubblicato il 24/12/2021 18:40:57 - visite: 175) »

:: Il passaggio (Pubblicato il 21/11/2021 09:52:45 - visite: 190) »

:: Cesare e Italo (Pubblicato il 14/11/2021 17:58:49 - visite: 185) »