:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 384 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Jul 3 11:32:08 UTC+0200 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

I tuoi passi in quelle sere d’oro

di Graced
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 12/05/2019 18:54:28

 

Ripenso ai tuoi passi in quelle sere d’oro

quando mi aspettavi paziente lungo il vialetto

con lo sguardo sorridente e colmo di domande

e, quegli abbracci delle tue amorevoli mani

li sento ancora, madre…

 

ti rivedo nella grazia dei movimenti

girare nell’aura delle stanze affaccendata

e le voci rivivono gioiose come allora.

 

Di pace e di dolcezza era abitato il tuo cuore

che trasmettevi al mio attraverso le tue carezze

percepite ancora sulla pelle.

 

Fosti mio rifugio

ed equilibrio nel desiderio di giustizia

che m’inculcasti e nel quale trovo spazio

per sperare e mai disperare

rifugiandomi in quella musica descritta

nel tuo spartito che mi riporta te

 quando il mio sole si spegne

lasciandomi desolata e triste.

 

Quando la tua mancanza

diviene sofferenza, io irrequieta vago

per sentirti ancora in me

e  per sentirmi ancora parte di te

accarezzata seppure dalla tua ombra.

 

Grazia Denaro


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Graced, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Graced, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: L’ampiezza del mio fiato (Pubblicato il 02/03/2022 21:30:38 - visite: 161) »

:: L’apoteosi della bellezza (Pubblicato il 17/01/2022 20:21:31 - visite: 354) »

:: I giorni bui (Pubblicato il 11/01/2022 14:35:29 - visite: 303) »

:: Quel sentiero (Pubblicato il 03/01/2022 19:10:59 - visite: 241) »

:: Vorrei (Pubblicato il 13/12/2021 19:52:11 - visite: 241) »

:: Tra le brume dell’oblio (Pubblicato il 29/11/2021 20:26:47 - visite: 399) »

:: L’eternità (Pubblicato il 17/11/2021 19:20:12 - visite: 321) »

:: Affiancati passi (Pubblicato il 08/11/2021 20:49:41 - visite: 224) »

:: Lo scorrere delle tue giornate (Pubblicato il 02/11/2021 19:47:18 - visite: 250) »

:: Il biblico giardino (Pubblicato il 27/10/2021 19:20:25 - visite: 239) »