Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 159 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Mar 1 17:13:30 UTC+0100 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Tempo inabitato

di Giovanni Rossato
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 15/05/2019 22:25:04

 

 

Tempo inabitato

strada senza pietre

miliari

colonnine sos

scollegate.

 

Dove sono i fantasmi

delle giornate ben spese?

Tu ad osservare

qualcuno che pensa di vedere

arrampica le proprie parole

sui fogli

le appoggia sul cheesecake

credendo all’illusione

del tempo che si muove,

da solo devio la rotta

aspiro con la cannuccia

quintessenze d’infinito a un buon prezzo

prototipi invenduti,

ermeticamente piene di buchi

le speranze confidate ad un

quasi amico,

quasi

ti stringesse

troppo la cintura

i pensieri nella pancia

sono una dissenteria

dannosa per il lavoro.

 

 

Uomo dalla rotta mai definita

dovevi veder Argo morire

e ripartire

da Itaca

immortale

 

a prua

un tempo nuovo

e nessuno da cui tornare.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Giovanni Rossato, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giovanni Rossato, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Cose (Pubblicato il 02/03/2021 19:03:58 - visite: 16) »

:: Oh cara speranza... (Pubblicato il 20/02/2021 15:40:20 - visite: 29) »

:: Di notte e di giorno, ma soprattutto di sera (Pubblicato il 15/02/2021 18:44:44 - visite: 36) »

:: Solo se... (Pubblicato il 10/02/2021 22:53:43 - visite: 27) »

:: Alternanze (Pubblicato il 05/02/2021 22:16:28 - visite: 49) »

:: Nessun recapito (Pubblicato il 26/01/2021 10:11:01 - visite: 57) »

:: Altrove dove? (Pubblicato il 24/01/2021 19:07:17 - visite: 56) »

:: Il tempo che ormai... (Pubblicato il 14/01/2021 17:26:48 - visite: 63) »

:: Nutrirsi di sogni (Pubblicato il 07/01/2021 16:39:58 - visite: 67) »

:: Del portare e altri accadimenti (Pubblicato il 04/01/2021 23:11:10 - visite: 68) »