:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2021 [Invito a partecipare]
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Davide Savorelli
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 832 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat May 8 12:11:46 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Scusami...

di Giorgio Gramolini
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 29/09/2010 23:21:11

SCUSAMI...


Scusami
so ch’è un’ora assurda
per scriverti
per mettere sul bianco
di questo foglio
il nero
di quest’inchiostro
il mio parlare d’uomo
finto o sincero
che vive che convive
con la sua malattia
col suo dolore
di tutte l’ore
quotidiano
con il suo vano
forse sperare

Scusami
se ti scrivo in quest’ora
in cui riversa
questa città
la sua diversa
materia umana e disumana
nelle sue strade
in cui pervade
un’indicibile ambascia
l’anima nostra
mentre da lunge la notte sfascia
e rifascia
ogni ferita che fece il giorno
e vieta persino al nostro sogno
alle paterne case
l’agognato ritorno

Perdonami
se vergo queste
non alate parole
(non voleranno, no
alle porte del sole!)
se ancora riesco a farlo
mentre il rombo del mondo
m’assorda e un tarlo
antico mi ricatta
eterno senso di colpa
tormento che profondo
la coscienza e l’incoscienza rode

Perdonami
se in un istante
dimentico la Storia
e forse il mio destino
ma non potevo
negarti queste mie poche righe
ora le metto
qui nel cassetto
insieme all’altre molte
che già ti scrissi
che destino sarà che io ti scriva
e che ti spedirò il giorno
che saprò forse
che esisterai
che sarai viva.



« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Giorgio Gramolini, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giorgio Gramolini, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Ode al vento d’autunno (Pubblicato il 15/10/2010 22:20:37 - visite: 1005) »

:: Parlami (Pubblicato il 15/09/2010 22:46:03 - visite: 691) »

:: Guerra di mondi (Pubblicato il 15/09/2010 00:36:11 - visite: 687) »

:: Casa di vento (Pubblicato il 11/09/2010 23:35:46 - visite: 863) »