Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 176 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Jul 27 04:03:00 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Rimedi inattuali

di Fabrizio Giulietti
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 29/09/2019 19:34:07

Era una questione di tempi, ormai li conosceva 

non lo diceva mica per il bene, se si tenevano a fatica

era lui che li tirava aiutandoli a lasciare, e poi non era vero

che avrebbe continuato senza mai tornare indietro

ma, insomma, l’avevano pur letto da qualche parte e, sia chiaro,

decisero di usarli benché avesse scelto di entrare a mani nude,

voltandosi allo specchio per fingere lo sguardo

lei, intanto, si mise a ricordare, adesso che era sola sperava di restare

ma in fondo lo sapeva e quando iniziò a piovere capì

che, come sempre, era già per la sua strada...

 

arrivò prima degli altri

la luce era nascosta

il piano esagonale

copriva la parete

dietro alcuni tavoli

sedevano i suoi amici

non poteva crederci

i chiaroscuri si alternavano

ma era come lo vedevano

gli raccontarono la storia

e una voce lo ghermì

poi si sentì: cervo pagano

il panno e la moneta!

 

lui, però, la terza donna

la riconobbe appena.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 5 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Fabrizio Giulietti, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Fabrizio Giulietti, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Ztl (Pubblicato il 22/07/2020 17:38:22 - visite: 43) »

:: Verdetti (Pubblicato il 20/05/2020 11:58:50 - visite: 110) »

:: Si fermava appena (Pubblicato il 27/04/2020 16:50:43 - visite: 106) »

:: Tronchi (Pubblicato il 24/03/2020 13:05:30 - visite: 184) »

:: La sosta (Pubblicato il 29/02/2020 14:04:41 - visite: 205) »

:: Radici (Pubblicato il 07/02/2020 20:44:46 - visite: 233) »

:: Schegge (Pubblicato il 10/01/2020 20:56:04 - visite: 232) »

:: Depositi (Pubblicato il 11/11/2019 12:17:36 - visite: 250) »

:: Una festa (Pubblicato il 30/10/2019 14:57:30 - visite: 234) »

:: Alveoli (Pubblicato il 18/10/2019 20:26:24 - visite: 193) »