Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 110 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Sep 19 03:57:23 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Frida

di Giovanni Rossato
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 12/02/2020 21:47:49

 

Frida l’immagine e il ricordo torna solo quello che conosco, io sono, io sono il nulla, il nulla può essere io, sono il ricordo senza foto da postare o appoggiare sul comodino. Pochi spazi di poesia automatica fra un detto e fatto nessuna distanza, neppure tu che l’ascolti noterai un riflesso argentino, resterà per i posteri, non me ne importa nulla se tutto si conclude, se un abbraccio spezzerà le reni e il cuore.

L’autobus impenna sulle sue condizioni improbabili non importano le gomme lisce e neppure il ruvido del vestito di alpacca che si bagnerà di sangue. Svegliarsi e guardarsi allo specchio proprio sopra il letto disegnare per non dare spazio al domani e se tu mi seguirai non me ne importerà un granché, sono raggio di luce, il colore delle case e la luce nel deserto, mi muovo anche adesso e le mie sopracciglia crescono folte.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Giovanni Rossato, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giovanni Rossato, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Se il ritorno fosse escluso (Pubblicato il 18/09/2020 22:53:06 - visite: 20) »

:: Dove sono (Pubblicato il 12/09/2020 23:01:41 - visite: 33) »

:: Apprezzo le buone parole (Pubblicato il 07/09/2020 23:05:55 - visite: 35) »

:: Eccezione alla regola (Pubblicato il 02/09/2020 22:31:29 - visite: 55) »

:: Non potrà più l’estate (Pubblicato il 26/08/2020 22:24:18 - visite: 53) »

:: Senza rimpianti (Pubblicato il 26/08/2020 19:17:36 - visite: 24) »

:: La prua verso il nulla (Pubblicato il 22/08/2020 19:34:11 - visite: 42) »

:: Serendipity (Pubblicato il 17/08/2020 23:13:05 - visite: 48) »

:: Il furore (Pubblicato il 11/08/2020 10:30:16 - visite: 47) »

:: Trafiggere (Pubblicato il 31/07/2020 18:43:08 - visite: 55) »