:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 157 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Sep 18 08:57:57 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Trincea

di Salvatore Armando Santoro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 03/03/2020 00:11:05

Ci sarà forse un altro Carso,
forse anche una montagna che non sarà più il San Martino,
ci saranno ancora pulci e pidocchi
e il sudore indecente del vicino.

 

Saremo li per terra
in mezzo al fango tra urine puzzolenti ed escrementi
e chiederemo un po’ meravigliati
del perché di quella stolta guerra.

 

L’avevo conosciuto Franz
al bar del confine mentre giocava a carte con gli amici
e tra un bicchiere e l’altro
capito avevo ch’era un uomo scaltro.

 

Ora è lì disteso tra le pietre
con gli occhi aperti sta guardando il cielo
che anch’io vedo stellato
mi chiedo chi la testa gli ha forato.

 

E mi rotolo sui pensieri
mentre sonnecchio e sto pensando ai miei
provo a sognare un pasto al caldo
ed un piatto di polenta e osei.

 

* Osei = Uccelli in dialetto veneto.

 

Salvatore Armando Santoro
(Boccheggiano 7.9.2019 – 5,54)

 

La foto è tratta dal portale di Wikipedia:
https://www.google.it/search…

L'immagine può contenere: spazio all'aperto

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Salvatore Armando Santoro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Salvatore Armando Santoro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Elemento vitale (Pubblicato il 16/08/2021 15:32:08 - visite: 54) »

:: Fatti viriri nuda e fitenti (Pubblicato il 28/05/2021 14:11:32 - visite: 118) »

:: Pasqua senza Resurrezione (Pubblicato il 04/04/2021 22:45:54 - visite: 168) »

:: Pupazzetti (Pubblicato il 16/01/2021 23:00:32 - visite: 148) »

:: Fabiolo (Pubblicato il 11/01/2021 06:44:28 - visite: 166) »

:: Autunni (Pubblicato il 05/01/2021 23:10:50 - visite: 177) »

:: Il volto dei poeti (Pubblicato il 28/12/2020 00:44:45 - visite: 137) »

:: Il muretto (Pubblicato il 28/12/2020 00:11:23 - visite: 136) »

:: Arrabbiature (Pubblicato il 22/12/2020 07:34:49 - visite: 173) »

:: Morale (saffica) (Pubblicato il 17/12/2020 02:36:49 - visite: 183) »