:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
“Tre monologhi. Penna, Morante, Wilcock”, di Elio Pecora [collana Racconti (Teatro)]
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 319 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Dec 7 23:40:07 UTC+0100 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Ringhiano le strade

di Carlo Ricci
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 13/05/2021 18:36:48

Intanto ringhiano le strade

imperi di lamiere

scuotono i tombini i metalli tirando il freno a mano

scatta il rosso

ora si sta per un po' in agguato. Lo sbraito

dei semafori dirige l'orchestra, ma è

un giorno qualsiasi

anche oggi il benzinaio è aperto, l'edicola

sfodera i giornali. Anche oggi

puntualmente

va in onda il reality. In fondo

 

questa città ci ha voluto bene

ci ha dato tutto il suo asfalto -Io

vi ho inventato- dice -vi ho dato a tutti il numero

per la fila alla cassa.- Questa città

ci conosce, sa i peccati di gola -ognuno

avrà il suo turno- ci dice

con voce soft.

 

Ogni angolo di strada ha strappato qualcosa

ci sono occhi appiccicati dappertutto

tanto ormai a cosa servono

presto saremo bendaggi telecomandati

dalle nostre menti in esilio. Noi saremo in alto

supremi nell'elenco

pura elucubrazione

e da dietro i vetri vedremo i corpi lasciati a se stessi girovagare in tondo. E

senza rancore, li saluteremo.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Carlo Ricci, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Carlo Ricci, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: E’ lì che sarò (Pubblicato il 14/11/2021 18:15:57 - visite: 74) »

:: Raccontateci (Pubblicato il 12/11/2021 00:15:23 - visite: 51) »

:: Novembre (Pubblicato il 01/11/2021 23:27:45 - visite: 53) »

:: La notte II (Pubblicato il 20/10/2021 23:33:46 - visite: 87) »

:: La notte I (Pubblicato il 11/10/2021 23:07:58 - visite: 127) »

:: Dall’alto lo vedi (Pubblicato il 06/10/2021 00:07:52 - visite: 102) »

:: Settembre II (Pubblicato il 13/09/2021 14:35:16 - visite: 102) »

:: Settembre (Pubblicato il 02/09/2021 13:59:52 - visite: 112) »

:: Il giardino dei germogli in fiore (Pubblicato il 30/06/2021 00:12:40 - visite: 353) »

:: Attraversiamo per i campi (Pubblicato il 15/06/2021 23:24:55 - visite: 265) »