:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE CON LE NOSTRE LETTURE CONSIGLIATE
Il vuoto è pieno di poesia, articolo di Donato Di Stasi
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 96 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Jul 29 16:34:55 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

3 • epistolare

di Fausto Torre
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 16/06/2021 01:03:53

i ricordi sono lungaggini alla cova delle foglie
e crepitano
come biscotti
e io vorrei tradurre tutto questo in una lingua comprensibile
poi mettere due dita d’acquasanta sulle labbra
e abbeverare i silenzi come si fa con le piante grasse

penso che ne farò dei medicamenti
sai, io credo che farò il contraffattore
e scimmiotterò le raucedini ai gabbiani semplicemente

saranno effetti collaterali da bugiardino
sapessi io leggere almeno i segni
applicare soluzioni
scomporre le distanze in fattori primi
avvicinarmi al cielo dei tuoi capelli salati e liberi
loro sanno ben tagliare in due
ciò che aria
non è

ma se questa esistenza si fa di bello e cattivo tempo
mi chiedo che senso abbia la gola arsa
la luna che provoca; e se svegliarmi
è come nascere
allora
rimboccherò il capo ai pensieri, stasera
e dirò che ho fatto un giro, perché in fondo
sono le solite cose, e se non lo sono
resta comunque il coro
di luci da spegnere una ad una
fino alle più lontane
come fossero vere


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Fausto Torre, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Fausto Torre, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: azzurri nel meridione del mondo (Pubblicato il 25/07/2021 22:09:09 - visite: 56) »

:: buongiorno pellegrino (Pubblicato il 21/07/2021 23:18:45 - visite: 70) »

:: il tempo della soprastanza (Pubblicato il 16/07/2021 22:03:09 - visite: 47) »

:: catechismo a colori (Pubblicato il 30/06/2021 21:11:09 - visite: 78) »

:: clumsy loves (Pubblicato il 25/06/2021 21:57:36 - visite: 67) »

:: the odds (Pubblicato il 25/03/2021 21:48:11 - visite: 120) »

:: in effetti (Pubblicato il 28/12/2020 21:13:04 - visite: 246) »

:: quattro chiacchiere (Pubblicato il 12/12/2020 19:48:48 - visite: 158) »

:: codice (Pubblicato il 26/10/2020 19:30:01 - visite: 159) »

:: throughout (Pubblicato il 02/10/2020 19:13:23 - visite: 232) »