:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 139 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Jul 6 23:45:32 UTC+0200 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il viandante

di Vincenzo Corsaro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 01/03/2022 13:22:26

A lungo viaggiai per il mondo,

mille e mille volte percorsi gli stessi sentieri,

e ancora li attraverso.

Ecco quel sasso.

 

Ricordo ancora quando da ragazzo vi ero seduto e lo vidi giungere.

Quello che mi colpì fu,

nonostante una grande bisaccia sulle spalle,

il suo passo lento e leggero,

sembrava sfiorare il terreno.

 

Mi chiese cosa ci facessi li e perché piangevo.

Risposi che i predoni della notte

avevano ucciso i miei genitori e bruciato la mia casa,

e adesso non avevo più niente.

 

Mi tese una mano e mi disse

"Vieni con me".

Risposi " Ma io non ti conosco,

e poi sono solo e non ho più nulla,

solo lacrime e dolore".

"Vedi", disse, "anch'io non ho niente,

eppure ho tutto".

"Com'è possibile ciò?" chiesi.

"Oh capirai" rispose.

 

Anche se titubante lo seguii,

in lui vi era qualcosa di familiare,

emanava calore e fiducia.

"Da dove vieni?" gli chiesi.

"Oh... da qualsiasi luogo, da tutti i luoghi".

"E dove vai?"

"In tutti i luoghi... ovunque".

"Sei solo?, non hai una famiglia e una casa?" chiesi ancora.

"Solo?, non sono mai solo.

Non ho una casa, ma infinite,

come pure infinite famiglie,

anche tu sei la mia casa e la mia famiglia".

"Non capisco" risposi.

 

"Ricordi che ti dissi che pur non avendo niente avevo tutto?

Or bene, ogni cuore è la mia casa,

così come ogni persona è la mia famiglia.

Non aver niente e non voler niente

vuol dire avere il cuore libero dai beni illusori,

e quindi poter contenere tutto l'amore dell'universo.

Anche il tuo cuore adesso è vuoto

e può contenere tanto amore,

e se lo donerai alle persone,

sarai anche tu nei loro cuori e loro nel tuo,

sarete un'unica cosa, una famiglia.

 

In effetti notai che non vi era più dolore e sofferenza nel mio cuore.

"Come sai che il mio cuore è vuoto

e in esso non vi è più dolore e sofferenza?" chiesi.

"Oh lo so, lo so" rispose sorridendo.

Gli sorrisi anch'io e nel guardarlo notai la bisaccia.

"Cosa porti li dentro?"

"Il dolore delle persone, anche il tuo adesso".

Lo guardai sorpreso e nel suo sorriso vidi il mio,

gli lasciai la mano e mi ritrovai solo.

Ero io quel bambino,

ero io quel viandante che vidi giungere.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Vincenzo Corsaro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa pu sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di pi vai alla pagina personale dell'autore »]

Vincenzo Corsaro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Regalami un sogno (Pubblicato il 05/07/2022 11:58:30 - visite: 30) »

:: Lasciami ancora sognare (Pubblicato il 27/06/2022 15:51:03 - visite: 82) »

:: Una bellezza diversa (Pubblicato il 21/06/2022 14:22:21 - visite: 104) »

:: Dolci erano i venti (Pubblicato il 17/06/2022 11:42:57 - visite: 83) »

:: Noi che scriviamo (Pubblicato il 10/06/2022 13:14:29 - visite: 82) »

:: Il viaggiatore (Pubblicato il 08/06/2022 17:42:40 - visite: 80) »

:: Il pescatore di anime (Pubblicato il 03/06/2022 00:04:54 - visite: 87) »

:: Non dovrei sentire la solitudine (Pubblicato il 29/05/2022 23:24:22 - visite: 109) »

:: Non aver paura del buio (Pubblicato il 23/05/2022 12:30:03 - visite: 93) »

:: Echi di solitudine (Pubblicato il 16/05/2022 20:04:26 - visite: 90) »