:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 315 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Apr 19 20:16:25 UTC+0200 2024
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

l’acqua madre onorata

di Nicola Lo Bianco
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 14/09/2022 17:50:29

Al tempo dei tempi tanti tanti per non morire si mettevano in cammino, e chi arrivava per caso o per destino diceva che l’acqua era un liquore divino , e prima di bagnare il corpo sofferente , in coro si mettevano a cantare, si battevano il petto e giuravano grazie ed eterno rispetto.

 

 

 

E fu così che l’acqua anni e anni che non si possono contare fu madre onorata e regina acclamata, e ovunque e chiunque alla vista di fiumi, laghi e torrenti, gorghi, sorgive e sorgenti, costruiva templi e monumenti, statue colonne e ornamenti.

E venivano ninfe sirene e folletti, fanciulle  e giovinetti giocavano,melodie e corteggiamenti,  con l’acque amoreggiavano le sponde, da cui “vergine nacque Venere e fè col suo sorriso le isole feconde”

 

Uomini grandi forti e potenti, e uomini miseri deboli e scontenti, poeti filosofi negromanti, venivano alle sorgenti, s’inginocchiavano , pregavano ed ascoltavano.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Nicola Lo Bianco, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Nicola Lo Bianco, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: a sofia , anima mia (Pubblicato il 24/03/2022 19:14:37 - visite: 369) »

:: Un impegno (Pubblicato il 17/08/2019 17:53:15 - visite: 396) »

:: Aspettami (Pubblicato il 17/08/2019 17:43:28 - visite: 385) »

:: Cristofalo (Pubblicato il 09/02/2017 11:49:55 - visite: 881) »

:: il grande amore perduto (Pubblicato il 26/01/2016 18:17:49 - visite: 1029) »

:: Senza di te, Lia (Pubblicato il 30/09/2014 12:18:45 - visite: 1009) »

:: nell’attesa (Pubblicato il 24/09/2014 18:16:17 - visite: 897) »

:: Cristofalo, II strofa (Pubblicato il 24/09/2014 12:35:28 - visite: 848) »

:: Aspettami (Pubblicato il 14/06/2014 08:26:47 - visite: 1155) »

:: Aspettami (Pubblicato il 14/06/2014 08:25:10 - visite: 712) »