:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021: classifica
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1087 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Apr 15 12:51:08 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Apologia di un Ipod - Ecce spiritus!

di Stefano Saccinto
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 20/02/2011 03:42:48

Il pazzo conversava con grande disinvoltura sul fine ultimo
del pensiero di Socrate, Platone e Aristotele.
Tirava in alto un oggetto
come compiendo un gesto
di inaspettata prestidigitazione.
E rimaneva in silenzio.
- Questo è il sogno e l'incubo dei tre maggiori filosofi greci – annunciava.
Era un I-pod. Era l'incubo di Socrate.
Che il vecchio amasse un po' esagerare,
lo avevo capito quando avevo letto
che accettava la condanna della cicuta
perché non era convinto che la morte fosse un male, ma solo
un probabile sonno senza sogni.
Addormentarsi un po' più tardi neppure
sarebbe stato un male.
Come pestare con la pianta di un piede l'I-pod invece di temerlo.
Ma Socrate sapeva dare forza a degli argomenti davvero inutili.
Era contento così.
La donna seguiva il pazzo nella rilevazione
degli aspetti filosofici della natura spirituale
di Agostino d'Ippona.
Continuava pesantemente a masturbare l'aria
con la mano tutta inanellata
e a conturbare un invisibile pene
con la fellatica 'O' della parola 'tempo'
utilizzata con grande eccesso.
Signora. La filosofia è molto più semplice di quel che Socrate potesse
temere e non temere e di quanto lei voglia oggi complicare.
E viene fuori dalla naturale posizione
che assumono i corpi
in presupposta meditazione.
La smetta di cercarlo con la mano e con la voluttuosa 'O' del tempo,
lei ha la fica. Ecco lo spirito!

5 luglio 2010. Tempo invocato con inconsci intenti erotici.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Stefano Saccinto, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Stefano Saccinto, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Essere felici non costa niente (Pubblicato il 24/10/2012 03:35:07 - visite: 1127) »

:: L’antica follia (Pubblicato il 30/06/2012 12:50:49 - visite: 915) »

:: Le giornate (Pubblicato il 26/06/2012 23:45:32 - visite: 957) »

:: Aprile (Pubblicato il 23/06/2012 11:27:54 - visite: 1081) »

:: Alla vetta delle statue immortali (Pubblicato il 20/06/2012 08:14:40 - visite: 963) »

:: Il sacrificio non ha nulla di sacro (Pubblicato il 18/06/2012 12:08:04 - visite: 1196) »

:: Illuminazione malinconica di una notte (Pubblicato il 16/06/2012 11:19:30 - visite: 1118) »

:: Vedi le parole che scrivi, vedi attraverso (Pubblicato il 14/06/2012 11:54:31 - visite: 936) »

:: La libertà è un prezzo troppo alto da pagare (Pubblicato il 12/06/2012 02:30:29 - visite: 880) »

:: Come mi sento ancora adesso (Pubblicato il 10/06/2012 03:57:04 - visite: 1091) »