Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019) | PARTECIPA
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Pensieri
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 77 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Dec 12 21:45:45 UTC+0100 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Dall’Antico Egitto - Gli Amanti Divini... Nut e Geb

di Maria Pace
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i pensieri dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 19/09/2018 17:35:05

NUT, Signora del CIELO e GEB, Signore della TERRA,  figli di SHU  e  TEFNUT, erano legati da un amore profondo ed esclusivo, ma furono separati dalla gelosia di SHU, Signore dell'ARIA, che sollevò la figlia, tenendola alzata sulle braccia (i Pilastri del Cielo).
Le due divinità, non avevano altro luogo dove incontrarsi ed amarsi se non l'ORIZZONTE... dove cielo e terra si univano e confondevano... solo l'ORIZZONTE, prima che le tenebre li inghiottisse... soltanto l'ORIZZONTE, per un fuggevoli incontri.
 
La Divina NUT era disperata... era in travaglio, ma non poteva mettere al mondo i figli che portava in grembo... La gelosia di SHU, il potente Signore dell'Aria, si era manifestata nella maniera più cattiva: le aveva proibito di partorire in qualunque giorno dell'anno.
Solo una mente maschile poteva escogitare una punizione così perfida!
Inutilmente GEB promise e minacciò.
Ma ecco intervenire il saggio, ma determinato THOT, l'eterno e sfortunato innamorato della divina NUT, Signore della Sapienza, il quale propose a SHU una partita a Senet, (un gioco tra la dama e gli scacchi). 
In palio c'erano i 5 giorni epagomeni del calendario egizio, ossia, i 5 giorni che venivano aggiunti ai 360 giorni. 
ll Sapiente THOT si aggiudicò la vittoria e donò quei 5 giorni alla divina NUT, che poté finalmente mettere al mondo  quattro  figli: OSIRIDE, ISIDE, SETH e NEFTI.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Maria Pace, nella sezione Pensieri, ha pubblicato anche:

:: I Centauri, la leggenda degli uomini-cavallo (Pubblicato il 18/09/2018 14:00:04 - visite: 44) »

:: San Valentino: AMORE ed ESTASI - la prima volta (Pubblicato il 14/02/2014 17:47:44 - visite: 881) »

:: IL PATTO - Cap. XIII La Fuga (Pubblicato il 06/01/2014 14:58:23 - visite: 689) »

:: IL PATTO - Cap. XII - I Piombi (Pubblicato il 02/12/2013 14:12:05 - visite: 785) »

:: Sette e Confraternite - Il Priorato di SION (Pubblicato il 30/09/2012 06:29:30 - visite: 1008) »

:: FIOR di LOTO (Pubblicato il 01/06/2012 19:41:51 - visite: 809) »