Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
25 novembre: Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 52 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Nov 24 08:48:45 UTC+0100 2017
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

I bambini (framm.)

di Veronica Mogildea
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 11/09/2017 10:34:32

...I bambini sono seduti sul bordo della strada asfaltata che, indifferente, corre più lontano della loro possibilità di vedere. Oltre l'orizzonte. Non hanno paura: la strada è comunque più breve della loro capacità di immaginare. Rannicchiati dentro l’attesa i bambini parlano di macchine che sfrecciano, tirano dentro le narice la nube di gas inquinante che sale. Non sembrano infastiditi, anzi, sorridono, si credono parte di un mondo che per il momento li esclude. Ad ogni invadenza rombante del rumore gli occhi li si riempiono di stupore, leggono a voce alta i numeri delle targhe, continuamente meravigliati da ogni cosa che non sia loro e che per quello sembra accrescere il proprio valore. La corrente mossa dal passaggio delle macchine li scompiglia i capelli. I bambini la intendono come saluto, rispondono con alzate di braccia. Esultano, sperando in messaggeri buoni che forse un giorno si fermeranno davanti a loro e riempiranno di contenuto reale l’attesa.

I bambini sperano. Usano pezzi di vetro rotto, schegge di bottiglie colorate per trovare arcobaleni. Li tengono fra i piccoli pollici e indici con reverente timore e guardano attraverso il colore il mondo che vedono diverso e nell’accelerazione che abita i piccoli cuori pare più bello, al di sopra di ogni realtà vissuta. L’occhio strizza, acuisce lo sguardo, tira in un sorriso inconscio una parte del volto. Linee delicate e sottili. I bambini vedono arcobaleni e si rassicurano, la temporaneità della loro attesa sembra ovvia. Un orgoglio ansioso li spinge a ricordarsi dei tesori abbandonati per terra, li raccolgono frettolosi e li stringono al petto.

I bambini. Sui loro volti il cameraman si sofferma di più, inquadrando soprattutto gli occhi, dove grida la solitudine, la paura ed un senso di marcata accettazione di fronte all’inevitabile. Con i loro visetti magri e rinsecchiti sembrano dei vecchi, bambini invecchiati prematuramente, sotto il peso del loro destino, schiacciati dal dolore e dalla disperazione. Si concedono all’obiettivo senza particolari emozioni, trapela, forse, solo un debole brillio di curiosità repressa, come se si trovassero seppelliti sotto un cumulo enorme di sofferenza, da dove faticano ad emergere... 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 15)

Veronica Mogildea, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: La solitudine della neve ( dentro la stazione, frammento) (Pubblicato il 08/09/2017 11:01:02 - visite: 49) »

:: La solitudine della neve (frammento) (Pubblicato il 09/06/2017 09:39:04 - visite: 109) »

:: La solitudine della neve (frammento 3) (Pubblicato il 29/05/2017 11:25:35 - visite: 122) »

:: La solitudine della neve (frammento) (Pubblicato il 04/05/2017 10:48:21 - visite: 150) »

:: L’ultimo volo del gabbiano (frammento) (Pubblicato il 02/05/2017 15:27:58 - visite: 135) »

:: Luna spenta (Pubblicato il 10/04/2017 16:12:43 - visite: 144) »

:: Sono un bambino morto (Pubblicato il 10/03/2017 10:02:29 - visite: 146) »

:: frammenti (Pubblicato il 27/02/2017 15:44:03 - visite: 153) »

:: Il mattino (Pubblicato il 23/12/2016 10:44:00 - visite: 246) »

:: La solitudine della neve (frammento1) (Pubblicato il 16/12/2016 18:21:33 - visite: 263) »

:: L’incidente (Pubblicato il 15/07/2016 16:58:28 - visite: 314) »

:: Senza lavoro (Pubblicato il 30/05/2016 17:07:48 - visite: 309) »

:: La solitudine della neve (nostalgia, frammento) (Pubblicato il 22/12/2015 16:40:01 - visite: 349) »

:: Charlotte (Pubblicato il 21/07/2015 12:10:12 - visite: 327) »

:: Caro figlio mio (Pubblicato il 21/06/2015 17:01:13 - visite: 575) »