Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
Leggi il bando di concorso | Raccolta Fondi
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 41 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Dec 16 16:34:03 UTC+0100 2017
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Temporale

di Salvatore Armando Santoro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 07/12/2017 09:45:12

Sale dalla marina un'ombra nera
che avvolge il nostro borgo lentamente
il meteo a volte azzecca a volte mente
oggi la previsione è stata vera.

 

Insomma, l'ha azzeccata la megera,
ma io le luci in casa lascio spente
tra le coperte torno allegramente
e sogno da lontano la scogliera.

 

Oh, il mare, mi manca sempre il mare
con lui mi lego sempre nel pensiero
pensando a chi non so dimenticare.

 

Ma so che il mio pensare mattiniero
il mio destino non potrà cambiare
di auspici buoni non è messaggero.

 

Ma vero è che dopo la tempesta
un giorno lieto in cuore sempre resta.

 

Salvatore Armando Santoro
(Boccheggiano 7.12.2017 – 9,18)

 

- sonetto ritornellato

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 15)

Salvatore Armando Santoro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Bambini in guerra (Pubblicato il 17/12/2017 01:19:01 - visite: 10) »

:: Cavallo irruento (Pubblicato il 17/12/2017 01:10:16 - visite: 10) »

:: Una spina nel cuore (Pubblicato il 16/12/2017 05:38:07 - visite: 20) »

:: Stelle splendenti (Pubblicato il 16/12/2017 02:55:52 - visite: 11) »

:: Le nostre poveri madri (Pubblicato il 12/12/2017 02:33:06 - visite: 33) »

:: Lo stupore (Pubblicato il 11/12/2017 00:41:19 - visite: 69) »

:: Haiku - Pioggia estiva (Pubblicato il 11/12/2017 00:35:02 - visite: 26) »

:: Quel profumo di pane (Pubblicato il 08/12/2017 22:57:32 - visite: 40) »

:: Ricordi (Pubblicato il 08/12/2017 22:43:28 - visite: 32) »

:: Fili d’erba della memoria (Pubblicato il 07/12/2017 01:19:52 - visite: 22) »

:: Si cantava ai miei tempi (Pubblicato il 07/12/2017 01:14:32 - visite: 27) »

:: Cosa sai tu (Pubblicato il 06/12/2017 09:37:51 - visite: 36) »

:: Il passerotto del Vereto (Pubblicato il 06/12/2017 09:13:32 - visite: 31) »

:: Il respiro del mare (Pubblicato il 04/12/2017 14:07:11 - visite: 51) »

:: L’ulivo del Vereto (Pubblicato il 04/12/2017 11:33:07 - visite: 37) »