Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - IV edizione (2018)
Premiazione e proclamazione dei vincitori domenica 8 aprile 2018 a Roma | Raccolta Fondi
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 79 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Feb 24 21:28:28 UTC+0100 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Ora afferra il Carnevale

di Arcangelo Galante
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 8 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 13/02/2018 10:49:24

Carnevale, qual prodigio

fanciullesca ilarità... 

per adulti e pei piccini,

nell’inverno freddo e grigio.

 

Non lo so quando sei nato 

entri allegro, certamente...

in un dì, di vita breve,

improvviso o dissennato. 

 

Tanti scherzi, frizzi e lazzi

nel silenzio, sempre irrompi...

trombe squillan nelle strade

tra la gente, tutti pazzi.

 

Un frastuono mascherato

da coriandoli filanti...

ti raggiunge, sempre in volo,

ché tristezza ha abbandonato.

 

L’affamato di apparenza

si presenta ed autoincensa...

della maschera burlona,

non può farne proprio senza.

 

Balanzone e il buon Brighella,

con Gianduia ed Arlecchino...

Colombina e Pantalone,

fanno il verso a Pulcinella.

 

Diavoletti cattivelli

marinai senza una nave...

tutti corron per le vie,

diventando birbantelli.

 

Ognun scherza, mal non fanno

sol bugie, frittelle e krapfen...

dolci, risa e sorrisetti,

la tristezza non fa danno.

 

Ironizzi ogni durezza

urli, urli, e poi vai via...

fate pure, se volete:

è un’effimera gaiezza!


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 8 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Arcangelo Galante, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: La maschera della vita (Pubblicato il 25/02/2018 18:53:54 - visite: 20) »

:: Quel pensiero t’accarezza (Pubblicato il 24/02/2018 19:04:32 - visite: 29) »

:: Morta è l’amicizia (Pubblicato il 24/02/2018 13:01:48 - visite: 33) »

:: Mare d’inverno (Pubblicato il 22/02/2018 14:00:23 - visite: 67) »

:: La smorfia (Pubblicato il 22/02/2018 13:59:33 - visite: 45) »

:: A mezzanotte va... (Pubblicato il 22/02/2018 13:57:17 - visite: 31) »

:: Il mondo è degli ingrati (Pubblicato il 20/02/2018 15:53:29 - visite: 50) »

:: Scrivimi (Pubblicato il 20/02/2018 05:21:31 - visite: 49) »

:: Quando ti guardo (Pubblicato il 19/02/2018 19:41:14 - visite: 36) »

:: Il nome (Pubblicato il 19/02/2018 12:30:57 - visite: 58) »