Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 86 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Feb 5 17:59:02 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

L’ulivo del Vereto

di Salvatore Armando Santoro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 13/07/2018 00:38:13

 

 

 

 

Quell'ulivo non fu mai benedetto
sempre a me diede grande sofferenza
da lì io ti cercavo sopra il tetto
perché della mia vita eri l'essenza.

Anche quando il buio oscurò la vista
da quel colle sempre t'ho cercata
quella tua casa il cuore mi rattrista
non ha più la finestra illuminata.

Quell'ulivo ha raccolto i miei sospiri,
le mie parole tutte ha conservate
anche adesso archivia i miei deliri,
le lacrime tra i rami che ho versate.

Resiste al tempo quell'ulivo amato
su me riversa tanta comprensione
frutti oleosi per decenni ha dato

ancor risveglia in cuore la passione
m'è caro e non l'ho mai dimenticato
compagno della mia disperazione.

Salvatore Armando Santoro

(Boccheggiano 4.12.2017 – 11,14)

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Salvatore Armando Santoro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: L’inganno del tempo (Pubblicato il 15/02/2019 02:21:27 - visite: 27) »

:: Onde sulla falesia (Pubblicato il 14/02/2019 00:56:16 - visite: 21) »

:: Tra trulli e sepolcreti (Pubblicato il 11/02/2019 08:28:00 - visite: 27) »

:: Dammi un’ora (Pubblicato il 05/02/2019 12:00:00 - visite: 37) »

:: Gaby (Pubblicato il 05/02/2019 00:31:59 - visite: 19) »

:: Papaveri e tageti (Pubblicato il 05/02/2019 00:29:13 - visite: 21) »

:: Agonia (Pubblicato il 05/02/2019 00:18:25 - visite: 21) »

:: Olocausto Nord Americano (Pubblicato il 31/01/2019 19:29:21 - visite: 41) »

:: La voce del pane (Pubblicato il 31/01/2019 18:59:27 - visite: 31) »

:: Orme sulla sabbia (Pubblicato il 31/01/2019 18:49:40 - visite: 28) »