Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 188 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Apr 19 23:14:50 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Oltre la civetta

di Carlo Rossi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 21/08/2018 11:42:25

Oltre la civetta

 

Nel buio, oltre la civetta.

Ieri sera il suo squittio forava la barriera dei sensi,

Addormentati dopo il calar

Del sole.

Mentre pensavo come il percorso del divenire

Avanzi, immutabile. Noi accettiamo

Fino a che ogni cosa si reintegri nell’essenza.

Impossibile arrestarlo, come fermare con le mani il vento

Del sentire del cuore, titubante per un nuovo inizio.

Non rimproverarmi perché bevo il vino!

Era sull’arca, ai tempi di Noè.

Non chiedo altro che di sentir uscire il mio nome dalle tue labbra

Oltre il sogno, la civetta.

E’ vero. Forse, in parte, ho passato la mia vita

Dormendo, ma ora attendo il risveglio.

Mentre guardo i tuoi occhi, luccicano.

Nascondono  l’amarezza per il tempo perduto.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Carlo Rossi, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: La croce di fuoco (Pubblicato il 17/04/2019 09:25:46 - visite: 19) »

:: La Delusione (Pubblicato il 15/04/2019 11:04:13 - visite: 28) »

:: E’ sufficiente (Pubblicato il 11/04/2019 10:24:06 - visite: 31) »

:: Tra vecchio e nuovo (Pubblicato il 03/04/2019 15:20:12 - visite: 43) »

:: Infinito silenzioso (Pubblicato il 19/03/2019 16:44:32 - visite: 54) »

:: Primavera (Pubblicato il 15/03/2019 12:15:29 - visite: 62) »

:: Pescatori di Lavarelli (Pubblicato il 08/03/2019 12:52:15 - visite: 57) »

:: A poco a poco (Pubblicato il 08/03/2019 09:59:52 - visite: 60) »

:: Una tazza di te’ (Pubblicato il 07/03/2019 13:54:12 - visite: 55) »

:: Riflessi di lago (Pubblicato il 22/02/2019 16:42:51 - visite: 70) »