Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019) | PARTECIPA
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 89 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Dec 11 22:59:31 UTC+0100 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Prossimo, vicino!

di Salvatore Armando Santoro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 08/10/2018 01:03:41

          
Le foto sono tratte dai portali: http://www.cavarzereinfiera.it/2015/VillaggioBusoneraInsediamentoDonFrancesco/index4.html  (Pace)
https://laviadeifrati.wordpress.com/category/i-frati-per-la-via/  (Cristo)

Gustosa la domenica la messa
ognuno prega e guarda a modo suo
un gloria vola con voce sommessa
tutto ti dai ma nulla dai del tuo.

E il Pater sembra il pezzo più sentito
parla del nostro pane quotidiano
che richiediamo con pressante invito
quello che agli altri noi giammai doniamo.

Se per caso ci toccano il messale
valli a sentire i tanti postulanti
s'indignano e ti trattano assai male
ma a dire “pace” sempre sono in tanti.

Si voltano e cercan la tua mano
s'allungano, bisbigliano convinti
ma se chiedi poi guardano lontano
tutti sepolcri di un bel bianco tinti.

Sorride Dio lassù inchiodato in croce
su un legno scuro e lucido di noce.

 

Santoro Salvatore Armando

(Boccheggiano 20.2.2018 – 9,45)


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Salvatore Armando Santoro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: L’urlo del silenzio (Pubblicato il 03/12/2018 01:50:43 - visite: 22) »

:: Un pianoforte nella notte (Pubblicato il 03/12/2018 01:47:06 - visite: 20) »

:: Calze autoreggenti (Pubblicato il 28/11/2018 00:59:37 - visite: 27) »

:: Il giorno che starò per morire (Pubblicato il 28/11/2018 00:54:34 - visite: 13) »

:: Asfodeli (Pubblicato il 22/11/2018 01:38:30 - visite: 27) »

:: Onde (Pubblicato il 22/11/2018 01:28:35 - visite: 27) »

:: La rondinella (Pubblicato il 20/11/2018 23:41:58 - visite: 30) »

:: Peccati (Pubblicato il 20/11/2018 00:58:14 - visite: 34) »

:: Ricordi (Pubblicato il 20/11/2018 00:40:47 - visite: 25) »

:: Bussa l’inverno (Pubblicato il 19/11/2018 19:29:35 - visite: 32) »