Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019) | PARTECIPA
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 340 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Oct 19 16:28:31 UTC+0200 2018
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Lacrymarum sĭtŭla

di Franca Colozzo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 23 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 09/10/2018 18:55:25

  Lacrymarum sĭtŭla  

 L'immagine può contenere: cielo, oceano, natura, spazio all'aperto e acqua

 

Ho rimestato il pianto di chi soffre

in un grande mastello;

 ho raccolto sorrisi appena nati

sulle sponde di ieri.

 

Dottobre i giorni tristi

ho cancellato.

 

Oltre la siepe

apro la via al sole.

 

 

 

(* )  Modificata,  tagliando i versi finali,  su suggerimento di Klara Rubino.

Versi tagliati:

 

 

 

S’arrende il giorno 

all’ora mutevole, 

assaggio di fredda stagione.

  

Ho piegato  il capo al sonno 

in attesa d’un istante 

d’improvviso calore.

 

 

 

 

    ENGLISH TRANSLATION

 

     Lacrymarum sĭtŭla   

  (Bucket of tears)

 

I collected suffering people's tears

in a large bucket;

I collected newborn smiles

on yesterday's shores.

 

Of October the sad days

I deleted.

Beyond the hedge

I open the path to the sun

that from the sea arises.

 

by Franca Colozzo 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 23 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Franca Colozzo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Insonnia (Pubblicato il 14/10/2018 19:42:05 - visite: 262) »

:: Ante Omnia (Pubblicato il 04/10/2018 23:18:32 - visite: 186) »

:: Memorie settembrine (Pubblicato il 26/09/2018 19:42:53 - visite: 178) »

:: Bolla d’aria (Pubblicato il 18/09/2018 00:05:25 - visite: 132) »

:: Riapparizione a sorpresa (Pubblicato il 13/09/2018 00:11:05 - visite: 82) »

:: Fiumata, dedicata a Giuseppe Terracciano (Pubblicato il 26/08/2018 22:47:41 - visite: 354) »

:: #genova #ponte #amaraterramia (Pubblicato il 18/08/2018 12:56:43 - visite: 301) »

:: Moria notturna (Pubblicato il 08/08/2018 01:29:47 - visite: 181) »

:: Ritorno ai lidi ameni#CherchezLaFemme (Pubblicato il 01/08/2018 22:51:51 - visite: 151) »

:: Amore acceca#Cherchez LaFemme (Pubblicato il 28/07/2018 10:53:11 - visite: 127) »