Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 30 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Feb 21 05:04:39 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Tra trulli e sepolcreti

di Salvatore Armando Santoro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 11/02/2019 08:28:00

Per la marina non tornerò mai più
ad incantarmi al primo soleggiare
né vedrò l'onda rosa mareggiare
e la Chiesetta con il buon Gesù.

 

Neppure all'alba aspetterò che tu
ti sveglierai ancora a messaggiare
più non potrò per te ancor verseggiare
e né vederti in moto andar su è giù.

 

Me ne starò seduto su un muretto
tra margherite nuove ed i tageti
e guarderò dall'alto del Vereto

 

la tua casetta in mezzo all'uliveto,

mi sperderò tra trulli e sepolcreti
nuda ti sognerò mentre ti aspetto;

 

di nuovo ti vedrò con un sorriso
col dente storto che ti splende in viso

 

e mi dirai “ho anche il naso grosso
e il torto che m'hai fatto l'ho rimosso".

 
Poi ti vedrò a Ristola sul mare

su una panchina triste a meditare,

 

ancor ripeterai stanca e delusa
d'essere senza amor sola e confusa

 

ed ero l'uomo che dovevi amare.
Ma è tardi e indietro non si può tornare.

 

Salvatore Armando Santoro
(San Marcello Pistoiese 11.2.2019 – 7,44)

 

- Sonetto ritornellato

L'immagine può contenere: nuvola, cielo, oceano, spazio all'aperto, natura e acqua

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Salvatore Armando Santoro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: L’inganno del tempo (Pubblicato il 15/02/2019 02:21:27 - visite: 30) »

:: Onde sulla falesia (Pubblicato il 14/02/2019 00:56:16 - visite: 21) »

:: Dammi un’ora (Pubblicato il 05/02/2019 12:00:00 - visite: 37) »

:: Gaby (Pubblicato il 05/02/2019 00:31:59 - visite: 19) »

:: Papaveri e tageti (Pubblicato il 05/02/2019 00:29:13 - visite: 21) »

:: Agonia (Pubblicato il 05/02/2019 00:18:25 - visite: 21) »

:: Olocausto Nord Americano (Pubblicato il 31/01/2019 19:29:21 - visite: 41) »

:: La voce del pane (Pubblicato il 31/01/2019 18:59:27 - visite: 31) »

:: Orme sulla sabbia (Pubblicato il 31/01/2019 18:49:40 - visite: 28) »

:: Stammi vicino poesia (Pubblicato il 31/01/2019 18:44:22 - visite: 31) »