Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 82 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Apr 19 16:05:00 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

L’istruzione femminile-Female education and its cultural...

di Franca Colozzo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 09/03/2019 10:29:52

L'istruzione femminile ed i suoi limiti culturali.


Per quanto concerne i generi e le differenze culturali ad esempio in merito alle donne indiane, ritengo che sia difficile sdradicare alcune attitudini anche istruendo le donne in quanto dovrebbero essere i governi nazionali a prospettare un serio piano educativo, spingendo le donne verso culture di parità di genere. Dove alligna l'ignoranza diffusa tra la popolazione, là alligna il maschilismo e la tendenza a relegare la donna in ruoli subalterni. Studiando per un esame di architettura anche l'antropologia culturale (le radici culturali dell'urbanizzazione), mi sono resa conto che pochissime società tribali sono matriarcali (come dovrebbe essere impostata tutta la società, attribuendo il cognome materno alla prole, dato che, come recita il proverbio, "Mater semper certa est, pater numquam", ovvero la madre è certa dal momento che lei genera, il padre no).

Se non vado errata, in Israele viene attribuita alla prole il cognome materno. Se non ci liberiamo dai fantasmi del maschilismo, istituiti dalle varie religioni (l'induismo non ne è esente, attribuendo valore a delle statuette votive, del tipo Madre Terra e non alla donna reale) e mai realmente debellati, ci saranno sempre sacche di ignoranza e disuguaglianze di genere. Questo è il mio pensiero alla luce della mia personale esperienza di vita ed agli studi di antropologia culturale, psicologia e filosofia che hanno fatto da corollario alla mia preparazione globale.

 

 

L'immagine può contenere: fiore, cielo, pianta, nuvola, natura e spazio all'aperto

 

 

 

Female education and its cultural limits.

 


  Regarding the genders and cultural differences for example about Indian women, I think it is difficult to undermine certain attitudes also by educating women as it should be the national governments to propose a serious educational plan, pushing women to cultures of equal gender. Where the widespread ignorance of the population is located, masculinism and the tendency to relegate women to subordinate roles are there. Studying for an architectural examination also cultural anthropology (the cultural roots of urbanization), I realized that very few tribal societies are matriarchal (as should be the whole society, attributing the maternal surname to the offspring, since, as reads the proverb, "Mater semper certain est, pater numquam", or the mother is certain from the moment she generates, the father is not.) If I do not go wrong, in Israel the mother's surname is attributed to the offspring. from the ghosts of machismo, established by the various religions (Hinduism is not exempt, attributing value to votive statuettes, of the Mother Earth type and not to the real woman) and never really eradicated, there will always be pockets of ignorance and gender inequality This is my thinking in the light of my personal life experience and the studies of cultural anthropology, psychology and philosophy that have acted as a corollary to my overall preparation.

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Franca Colozzo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Perdersi per ritrovarsi (Pubblicato il 07/04/2019 22:50:09 - visite: 274) »

:: Bagliori di vita (Pubblicato il 30/03/2019 22:33:38 - visite: 236) »

:: Onde primaverili#poesiapoeti (Pubblicato il 21/03/2019 20:31:54 - visite: 265) »

:: Gratitudine (Pubblicato il 15/03/2019 22:30:02 - visite: 103) »

:: Proserpina (Pubblicato il 14/03/2019 23:04:48 - visite: 202) »

:: Giornata delle Donne - Women’s Day (Pubblicato il 08/03/2019 12:46:09 - visite: 238) »

:: Gocce di Primavera - Drops of Spring (Pubblicato il 05/03/2019 00:06:48 - visite: 213) »

:: The shell of Time - La valva del Tempo (Pubblicato il 02/03/2019 01:06:27 - visite: 209) »

:: Ruhun Rengi (Pubblicato il 22/02/2019 10:53:09 - visite: 377) »

:: Sordo inverno (Pubblicato il 19/02/2019 20:49:11 - visite: 210) »