Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Storie

Argomento: Esperienze di vita

di Paolo Melandri
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 25/04/2019 13:10:00

Oggi ho fatto una graziosa passeggiatina, breve e senza allontanarmi molto, sono entrato in un negozio di generi alimentari e vi ho visto una graziosa fanciulla dal contegno visibilmente riservato e anche di modesta statura. Nel corso della passeggiata mi sono abbandonato per breve tempo alle parole con le quali avrei dovuto iniziare il lavoro che proprio adesso comincio a scrivere e la cui stesura mi terrà probabilmente impegnato per una ventina di giorni. Durante questo periodo sarò dunque piuttosto solerte, anche se non mancherò di concedermi di tanto in tanto qualche pausa, col che voglio dire che questo mio “diario” non mi procurerà certamente un qualche strapazzo. Naturalmente, al posto di “diario” avrei potuto anche dire “diario intimo”. Mi sono infatti imposto di scrivere queste righe, che forse susciteranno dell'interesse – cosa che ovviamente mi auguro di tutto cuore – nella maniera il più possibile immediata, cioè semplice. In altri termini: sarà mia premura quella di evitare accuratamente di “raccontare frottole”. Desidererei comunicare come in questa città, che mi è diventata per così dire preziosa, abbia avuto occasione di conoscere un certo numero di donne, o meglio, alcune donne effettivamente graziose e talvolta direi perfino imponenti, una considerazione, questa, della quale confesso di essere contento. Chi mai potrebbe sentirsi non appagato dalla simpatia che si è abituati a provare nei confronti di alcune persone sprizzanti fiducia e voglia di vivere? Ecco dunque come da quando abito in questa città, nella quale mi è stato concesso di soggiornare, mi sia capitato talvolta, vale a dire abbastanza spesso, di sentirmi relativamente felice. Posso permettermi di affermarlo senza tema di venir considerato un tipo frivolo o superficiale e così via? E mi si concede ora di ricordare come ieri sera abbia avuto modo di coltivare una conoscenza davvero piacevole?

Ora, mi auguro che non ci si offenda per questa mia allusione, mi auguro insomma che non venga interpretata come una stravaganza o qualcosa del genere. Ho come la sensazione che al giorno d'oggi non si abbia “proprio più”, o forse, per dirla meglio, “non ancora” il diritto di comportarsi e di esprimersi “poeticamente”. Ciò deriva forse dal fatto che prendo molto sul serio il tempo che trascorro in compagnia dei miei contemporanei, e in questo probabilmente non mi sbaglio e, come credo, non mi inganno affatto, giacché di cos'altro mi ha informato ieri il trafiletto di un giornale se non della disoccupazione galoppante nel tale o talaltro paese? Già da questo si può intuire un chiaro pericolo per l'economia. La mancanza di occasioni di lavoro, a mio modo di vedere, è un pericolo che deve essere preso seriamente in considerazione. Si tratta di un problema che naturalmente è sempre esistito, ma che da molto tempo non si presentava con le proporzioni che ha assunto oggi.

Bene, ho parlato di una conversazione e di un articolo di giornale, e ho rivelato la mia infatuazione per alcune donne, che, in un certo qual modo, sono per antonomasia le mie “predilette”. Questo mio aver fatto conoscenza di alcune donne, d'altro canto, non è certo una questione di così grande importanza, dal momento che queste donne le conosco solo così, per averle viste da qualche parte, per averle sfiorate con lo sguardo. In realtà devo confessare che da un certo punto di vista non frequento proprio la cosiddetta società. Risponde dunque al vero come io ricopra in questa città il ruolo di outsider, e sarei nel giusto se prendessi coscienza di ricoprire da sempre questo ruolo. Da questo punto di vista, dunque, per quanto concerne il mio rapporto, ora e in passato, con l'ambiente e il mondo circostante, sarebbe accaduto poco o nulla di paragonabile ad un mutamento.

 

© Paolo Melandri (25. 4. 2019)


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Paolo Melandri, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Paolo Melandri, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Biologia ] Funghi (Pubblicato il 19/07/2019 09:59:46 - visite: 11) »

:: [ Psicologia ] Il perdente (Pubblicato il 18/07/2019 20:23:53 - visite: 8) »

:: [ Politica ] Miracoli (Pubblicato il 17/07/2019 10:40:57 - visite: 15) »

:: [ Politica ] La pozzanghera (Pubblicato il 14/06/2019 22:55:24 - visite: 44) »

:: [ Filosofia ] La pasta sfoglia del tempo (Pubblicato il 12/06/2019 22:36:01 - visite: 44) »

:: [ Filosofia ] Eccezione e regola atroci (Pubblicato il 09/06/2019 20:34:37 - visite: 29) »

:: [ Filosofia/Scienza ] Sei miliardi di esperti (Pubblicato il 04/06/2019 22:27:29 - visite: 44) »

:: [ Psicologia ] Il perdente radicale 2 (Pubblicato il 01/06/2019 23:02:00 - visite: 39) »

:: [ Scienza e fede ] La forbice 11 (Pubblicato il 27/05/2019 20:12:55 - visite: 36) »

:: [ Avventura ] Il Brigante (Pubblicato il 28/04/2019 12:54:24 - visite: 43) »