Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Arte e scienza: quale rapporto? [L’arte e la scienza in 72 autori | e-book n. 239]
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Idee in libertà: dal “Movimento dei Movimenti” alle “sardine

Argomento: Politica

di Francesco Rossi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 19/12/2019 11:08:22

Vi ricordate quel lontano e fatidico anno 2001, quando a Genova scesero in piazza più di 300 mila persone riunite in un solo, unico soggetto politico, il “Movimento dei Movimenti”, per contrastare le politiche dissennate di enti come la Banca Centrale Europea (BCE), il Fondo Monetario internazionale (FMI), il World Trade Organization (WTO), le società multinazionali, rappresentate dagli otto Paesi più industrializzati? Per gli italiani si trattò anche del prosieguo della lotta contro l’allora presidente del consiglio Silvio Berlusconi, ma soprattutto dell’elaborazione di un pensiero politico mondiale complesso, perché in grado di coniugare al proprio interno, pur con il rischio di cadere nella più insanabile delle contraddizioni, un netto rifiuto della globalizzazione dei mercati (quindi, del primato dell’economia sulla politica e sul diritto all'autodeterminazione), da ciò la definizione di no-global che il movimento si diede fin dall'inizio. Non è durato neppure un decennio ma le sue idee sulla decrescita e l’analisi dei processi migratori, la ricerca di energie alternative, la riconversione militare, il cambiamento delle pratiche nell'agricoltura e nell'alimentazione, il divario economico spalancatosi tra ricchi e poveri nel mondo nell'era globale, il rischio ambientale, il netto rifiuto della guerra “umanitaria” esportatrice di democrazia e della sua morale ipocrita, sono, oggi, di stringente attualità.
Vi ricordate che in quegli stessi anni (2002), intorno alla figura inquieta di un regista romano, Nanni Moretti, e di un sino ad allora sconosciuto Francesco Pancho Pardi, si coagulò un movimento che volle darsi il nome gentile e un po’ infantile di “Girotondi”, dal movimento circolare che i partecipanti compivano intorno al palazzo di giustizia romano, il famoso “palazzaccio”, allo scopo di denunciare l’incompatibilità di Silvio Berlusconi, allora sottoposto ad una serie infinita di processi, con il proprio ruolo politico e istituzionale?
Quel movimento di pura testimonianza, in difesa della legalità democratica ma dallo sguardo limitato alla sola realtà italiana, durò qualche stagione e poi si dissolse. Berlusconi, invece, è ritornato in Europa!!…
Vi ricordate che intorno al 2009, nuovo soggetto politico buono per le piazze romane questa volta dal nome suggestivo di “Popolo Viola”.
L’8 settembre 2007) nacquero i Cinque stelle, subito diventati partito d’opposizione e successivamente di governo, smarrendo,qualsiasi connotazione movimentista. in uno scenario desolante di fine decennio (siamo nel 2019),ecco riempirsi all'improvviso le piazze. Un altro nome. Il nome di un pesce. Tra le altre cose il fatto, di chiedere a gran voce l’abolizione del decreto sicurezza e richiamarsi all'antifascismo non definisce,un manifesto politico o un programma, ma un semplice ammonimento all'attuale governo.
Quella romana di San Giovanni (14 dicembre), infatti, festosamente riempita andrebbe letta come l’apice della testimonianza collettiva di un malessere che dallo spazio liquido della Rete finisce, in rispetto a una tradizione consolidata, in quello concreto di una piazza reale. Malessere etico e politico,che difficilmente troverà uno sbocco concreto se non quello elettorale prossimo futuro, dove dovrà confrontarsi con una piazza assai più grande, quella di un’Italia per la maggior parte sempre più volta all'impoverimento culturale, sociale e morale. Facile ma illusorio, dunque, sostituire entro il perimetro di una grande piazza, una massa,se non vi è ancora il terreno politico reale, il brodo di cultura su cui costituire una vera alternativa di sinistra, consapevole e pronta a farsi, ancora una volta, soggetto politico unitario.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Francesco Rossi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Francesco Rossi, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Storia ] “Vivà” Vittoria Nenni (Pubblicato il 17/02/2020 20:46:37 - visite: 13) »

:: [ Arte e scienza ] Relazionarci. (Pubblicato il 15/02/2020 14:12:46 - visite: 13) »

:: [ Società ] Globalizzazione, quale futuro? (Pubblicato il 13/02/2020 21:06:32 - visite: 20) »

:: [ Poesia ] Rifletto (Pubblicato il 09/02/2020 11:14:17 - visite: 22) »

:: [ Politica ] Lo sciopero di Torino del 1944. (Pubblicato il 04/02/2020 21:25:53 - visite: 25) »

:: [ Religione ] Scambio di vedute. (Pubblicato il 09/12/2019 15:50:21 - visite: 85) »

:: [ Società ] Contestualizzo una domanda. (Pubblicato il 07/12/2019 17:54:42 - visite: 81) »

:: [ Politica ] E’ giusto. (Pubblicato il 02/12/2019 21:46:09 - visite: 79) »

:: [ Filosofia ] Proviamo a discernere il concetto base. (Pubblicato il 18/11/2019 13:19:34 - visite: 96) »

:: [ Politica ] Un appunto. (Pubblicato il 17/09/2019 22:26:02 - visite: 66) »