Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 121 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed May 15 11:07:57 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Biondo Corsaro

di Glauco Ballantini
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 26/10/2018 12:26:07

In una vecchia canzone che mi cantava mio nonno il Gran Corsaro scende con il suo equipaggio, per saccheggiare l’isola. Al loro sbarco fuggirono tutti, ma i pirati riuscirono a prendere una ragazzina. La figlia del guardiano del faro.

Il capo, vedendola terrorizzata le dice:

Sirena del mar, sorridimi e non tremar. Anche se sono un pirata, piccola fata, so pure amar.”

Scoppia l'amore tra il biondo corsaro e la fanciulla, ma lui deve ripartire...

Lei resta col padre, il guardian del Faro Blu.

I corsari erano terroristi quasi autorizzati dell'epoca che agivano al di fuori delle regole, ma non solo per il proprio interesse, ma anche per conto di chi rappresenta un'autorità e quindi con una legittimazione da parte di una autorità sovrana.

Una volta finita la guerra, i governi semplicemente non concedevano più la "lettera di corsa" quindi molti corsari continuavano l’attività in proprio, diventano, di fatto, dei pirati.

Come Remirro de Orco, assolto il suo compito, il Gran corsaro, perdette la sua “lettera.”

Così, qualche tempo dopo, quando torna all'isola è un banale pirata. Le autorità lo vengono a sapere ed ordinano al guardiano di non accendere il faro, facendolo sfacellare sugli scogli.

Io l'ho capita così, Sirena del mar...


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Glauco Ballantini, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: La repubblica di Wamar (Pubblicato il 27/03/2019 16:39:19 - visite: 78) »

:: Ottavio Pratesi (Pubblicato il 18/03/2019 10:40:36 - visite: 59) »

:: Il Batavo (Pubblicato il 08/02/2019 12:36:38 - visite: 62) »

:: Melinette (Pubblicato il 25/01/2019 08:25:11 - visite: 63) »

:: Un minuto (Pubblicato il 11/01/2019 08:06:29 - visite: 68) »

:: Vilma, da Renaio a Barga (Pubblicato il 06/11/2018 09:27:08 - visite: 106) »

:: Enzo Bertini (Pubblicato il 24/10/2018 07:48:20 - visite: 88) »

:: Carlo Bertini (Pubblicato il 23/10/2018 10:50:21 - visite: 105) »

:: Enrico Bertini (Pubblicato il 22/10/2018 13:01:19 - visite: 103) »

:: Melodramma (Pubblicato il 03/10/2018 08:01:04 - visite: 114) »