Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATI I NOMI DEI FINALISTI
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 702 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Mar 18 23:17:58 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Crescendo

di Nadia Kholodkova
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 06/08/2013 22:36:11

Svegliandoti dal rumore del caos delle cinque,
Rompi gli ultimi limiti della speranza in un miracolo:
Non cercare ripetizioni, ma accettare il verdetto della semplicità
Raddrizzare ciò che non è stato abbattuto, ber da un altro vaso.

Uscendo dai limiti del proprio io non amato,
Violi i confini di quei cui tu ama - una scelta cattiva, ma è pure una scelta.
Nelle faccie rovesciate apparirà il tremito del vivere
E crederai per un attimo di esser capace di cambiare qualcosa.

Addormentare su panchina con un vagabondo mezzo ubriaco,

 

dimenticare!

 

Guardare la questione, infine non fuggendo dalla risposta...
Ed alla risata maligna del destino,
solitamente mite,
Strappare il cuore e cullarlo
piano fino all'alba.

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 3 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »