Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
Una notte magica: Presentazione il 22 settembre 2019
alle ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 976 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Sep 20 22:05:30 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il Canto di Giuda

di Ignazio Salvatore Basile
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 12/01/2010 20:20:46

Prologo

1. Il mio nóme nón èra
sinònimo di infamia,
prima che quélla séra
l'ignòbile ignominia

2. di quel bacio sulla guancia
a Gesù, mio rabbunì
io déssi.Fu pròprio lì,
il ricòrdo il cor mi trancia,

3. nell'òrto dégli ulivi,
che consumai il misfatto.
Ma chièdo un nuòvo atto
che tal nomea mi privi

4. nell'umana mia vicènda.
Pér quésto un'orazióne,
che un po' d'onor mi rènda,
vi farò di quell'agóne.

5. Vói, principi dél fòro,
sostenéte la mia vóce!
Nón lasciate che precòce
éssa risuòni al còro!

6.E vói, gènti dél móndo
lasciate il pregiudizio.
all'universal giudizio
c'è già Dio iracóndo!

Epilogo

Quando Gesù mi nominò
fra i dódici migliòri
io, Giuda di Kerìo',
il córso dégli onóri

avévo già intrapréso
délla teologal carrièra
giacchè il mio cènso èra
di quel lignaggio e péso.

Nél tèmpio a tu pér tu
stavo cón Gamaliele
e il fior fióre d'Israele
ma mollai tutto pér Gesù.

Fu subito evidènte
che il poter di Gesù Cristo
superióre a ógni vivènte
mai in tèrra s'èra visto!

E ciò nón dico a caso!
l'ho visto cói mièi òcchi
guarire chiunque tocchi,
liberare ógni pervaso.

E l'ho udito spiegare
più brani délla scrittura
la cui spiegazion è dura
pér il sómmo profetare.

La gènte lo ascoltava
dal sud al settentrióne
e méntre predicava
crescéva l'impressióne!

"Credetemi è il Messia "
-dicévo a tutti quanti-
"se Lui ci sta davanti
nón ci sarà più chi dia

molèstie al pòpolo di dio!
Hittiti e Cananèi,
o Romani! Vi dico òr io:
all'armi fratèlli ebrèi!"


Radunammo a profusióne
Samaritani e Giudèi,
cèrto prónti alla tenzóne,
cón in tèsta i Galilèi.

Dópo tre lunghi anni
passati a radunare
fòlle dai mónti al mare
e dópo tanti affanni

io chièsi al Nazarèno:
- "Maèstro , nón è già l'óra
pér il suol, pér la dimòra
di levar il mòrso e il frèno?"

Alle viscere m'affèrra
la rispósta rassegnata:
il Messia nón pér la guèrra
la missióne ha designata!

Il suo vèrbo è pér la pace
la sua lòtta pér l'amóre
affranto sòn nél cuòre
ad intèndere incapace!

E che cièco sóno stato
dópo n'èbbi cosciènza
d'orgòglio e supponènza
l'animo fu offuscato!

Ahi Caifa, anima néra
che m'hai scavato il cuòre
qual assetata fièra
hai succhiato il mio livóre!

Sènto ancor le tue parole:
"Dimmi Giuda predilètto
di Giudèa! Chi, elètto
a profèta si vuòle

il suol, la patria, il tèmpio
lascerèbbe ai suòi nemici?
Cói nemici van gli amici
o vanno cóntro all'émpio?


Lui, che òr ne avrèbbe agio
còl gran seguito di fòlle
perché nón ha il coraggio
e la spada in alto tolle?

Chi è re, sul tròno siède
e in armi gli hosti infidi
ricaccia ai lóro lidi
e ai padri l'onor riède!

Chi invéce si rifiuta
di adémpiere la légge
il frónte rómpe in schégge
éd il nemico aiuta!"

Muta èbbi la lingua e mèsta.
conchiuse me infelice:
- "E chi inèrte se ne rèsta
dell'émpio è bèn complìce!"

Nón fu pér trénta danari
che io dunque lo baciai!
Nón pér sòldi! quando mai,
pér simili salari,

tradito avrèi il Signóre!?!
Ma il Grande Sacerdòte
sómmo suonò le nòte
dél canto ingannatóre!

Così, méntre lo baciavo
infatuato da quel canto
Israele liberavo
e di ciò menavo vanto!

Ma il tintinnio d'argènto
gli òcchi sul mio malanno
e sul suo vile inganno
spalancò! E fu il torménto

che terminò sòl quando
prèda déi mièi rimòrsi
all'òrto me ne córsi
e mi spènsi penzolando.

Gesù, Figlio dell'Etèrno
mio Maèstro e Fratèllo
dal fuòco dell'infèrno
ti giunga quest'appèllo!

Perdóno, ancor perdóno
chiederti, Gesù, io voglio
pér la viltà e l'orgòglio
cón cui ho accòlto il dóno

délla tua missióne in tèrra.
E vói che m'ascoltate
lì, d'ógni bèn lasciate
di cura, affanno e guèrra!


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Ignazio Salvatore Basile, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Ignazio Salvatore Basile, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Il Canto di Giobbe (Pubblicato il 26/01/2011 08:14:54 - visite: 1489) »

:: Ingresso di Gesù in Gerusalemme (Pubblicato il 28/03/2010 15:02:17 - visite: 1015) »

:: Quel sergente che fu (Pubblicato il 19/03/2010 16:04:35 - visite: 761) »

:: Per non dimenticare (Pubblicato il 25/01/2010 15:27:25 - visite: 806) »

:: La Risurrezione di Lazzaro (Pubblicato il 21/01/2010 07:56:13 - visite: 783) »

:: Le Nozze di Cana (Pubblicato il 16/01/2010 19:31:22 - visite: 919) »

:: Il cieco nato (Pubblicato il 08/01/2010 19:39:57 - visite: 873) »

:: I sogni svaniti (Pubblicato il 03/01/2010 21:10:59 - visite: 874) »

:: I Re Magi (Pubblicato il 25/12/2009 06:17:36 - visite: 754) »

:: Il migliore tra gli uomini (Pubblicato il 18/12/2009 17:48:40 - visite: 872) »