Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
ANTOLOGIA PROUSTIANA 2019: UNA NOTTE MAGICA | partecipa
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie"
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 23 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Jun 16 16:06:05 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Nel lago degli occhi

di Franco Bonvini
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 23/05/2019 09:20:42

Dalla finestra vede un ballatoio
e sul ballataio cantano i canarini della signora Anna
gli scarponi del signor Verga brillano al sole
lucidi di grasso
e c'è tutto il rosso dei gerani che ride.


Sotto, un Falcone mostra le sue cromature.

Il bambino è questo che vede dalla finestra degli occhi
Ha le ginocchia stanche
e qualche dente in meno,
che gli anni passati sono tanti.


Ma lui non se n'è accorto
così ora i canarini possono anche diventare blu
gli scarponi sono sempre lucidi
e i gerani profumano di rose.

Ma questo a lui non basta mai
deve camminare
scendere a lago attraverso le viuzze mai viste
in esplorazione
deve far entrare tutta quell' acqua negli occhi
e tutta quell' acqua non gli basta mai.


E' sempre il bambino che va al lago
che sale alle cime dei monti
mentre l' aria intorno profuma sempre di rose.

 

Mi porta con sè.

 

foto mia


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Franco Bonvini, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Come corolla alla luce (Katiee) (Pubblicato il 15/06/2019 09:11:22 - visite: 25) »

:: Pensieri sconclusionati (Pubblicato il 10/06/2019 01:00:47 - visite: 25) »

:: C’è (Pubblicato il 06/06/2019 22:03:42 - visite: 22) »

:: Se tu fossi Mia (Pubblicato il 06/06/2019 21:59:53 - visite: 9) »

:: Amarti (Pubblicato il 03/06/2019 20:34:30 - visite: 29) »

:: Canzone per una rosa che non vuole sfiorire (Pubblicato il 03/06/2019 20:32:59 - visite: 21) »

:: Disperanza (Pubblicato il 01/06/2019 11:47:31 - visite: 21) »

:: Bollicine (Pubblicato il 31/05/2019 11:18:32 - visite: 47) »

:: Andando in paradiso (Pubblicato il 28/05/2019 14:20:32 - visite: 32) »

:: Favoletta breve (Pubblicato il 26/05/2019 10:45:54 - visite: 23) »