Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Una notte magica [ Magie e cunicoli spaziotemporali ], Aa. Vv.
Presentazione il 22 settembre 2019, ore 17 presso il Villaggio Cultura – Pentatonic
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 416 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Aug 14 22:04:36 UTC+0200 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Mute Poetry on Jerusalem - Poesia muta su Gerusalemme

di Franca Colozzo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 6 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 30/05/2019 20:03:51

 L'immagine può contenere: 1 persona, cielo, nuvola e spazio all'aperto

  

       Mute Poetry on

"Gerusalemme Liberata    
    by Torquato Tasso

            (1771)

 

Silent poetry is a provocation,
words it does not find.
Silent because the voice has lost
in this increasingly depressed world.
Where is the "Liberated Jerusalem" ?

Back to "Tasso" the memory is returned:

 

"I sing the merciful arms, and the captain
That the great sepulcher freed of Christ.
Much he worked with his mind and his hand;
Much suffered in the glorious purchase:
And the hell is in vain against him; and in vain
the mixed populace of Asia and Libya was armed:
Because the heaven gave him favor, and under the saints
Signs reduced his errant companions ... ". 


So far our indignation has come,
to the present day the execution.
But as a wandering leader,
before so much destruction
doesn't he nurture reproach?

Of Syria suffering langue,
and the ongoing massacre
demon addict,
pandemonium is so far away!
Far away where the waters lie,
streamers culture now of death,
Mediterranean, that history forward
Overseas where barbarity looms,
beyond the story that has seen us united,
proud, or impoverished peoples
from the heavy weight of arms and scourges.

Jerusalem always coveted,
now she shakes its head tired of quarrels.
Holy City wants to stay,
of three religions the ritual to celebrate,
not of the massacre memory,
nor of friendly fire,
but of the coveted peace,
which under its ashes bruised hatches.
By Franca Colozzo

                              *

Poesia muta su "Gerusalemme liberata" 

Poesia muta è una provocazione

che parole non trova.

Muta perché la voce ha perso

in questo mondo sempre più depresso. 

Dov’è Gerusalemme liberata?

Di Tasso la memoria è ritornata:

 

Canto l’arme pietose, e ‘l capitano

Che ‘l gran sepolcro liberò di Cristo.

Molto egli oprò co ‘l senno e con la mano;

Molto soffrì nel glorioso acquisto:

E invan l’Inferno a lui s’oppose; e invano

s’armò d’Asia e di Libia il popol misto:

Chè il ciel gli diè favore, e sotto ai santi

Segni ridusse i suoi compagni erranti…”. 

 

Fin qui è giunta la nostra indignazione,

fin ai nostri giorni esecrazione.

Ma quale condottiero errante,

dinanzi a tanto scempio

non nutre riprovazione?

 

Di Siria sofferenza langue,

e il massacro in atto

demonio a demonio aggiunge,

tanto lontano è il pandemonio!

 

Lontano dove giacciono le acque,

ruscellanti cultura ora di morte,

Mediterraneo, che la storia inoltri

Oltreoceano dove barbarie incombe,

oltre la storia che ci ha visti uniti,

popoli fieri, or impoveriti

dal gravoso peso d’armi e flagelli.

 

Gerusalemme da sempre ambita,

 ora scuote la testa, stanca di liti.

Città santa vuol restare,

di tre religioni il rito celebrare,

non del massacro memoria,

né del fuoco amico,

ma dell’agognata pace,

che sotto le ceneri langue illividita.

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 6 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Franca Colozzo, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia pe la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Franca Colozzo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: In fuga dai pensieri - Fleeing from thoughts (Pubblicato il 11/08/2019 07:33:32 - visite: 185) »

:: Amanti della notte (Pubblicato il 11/07/2019 23:02:45 - visite: 327) »

:: Suon di Sileno (Pubblicato il 02/07/2019 21:27:36 - visite: 271) »

:: Il Manifesto di Ventotene (Pubblicato il 24/05/2019 20:14:56 - visite: 286) »

:: In ricordo di mia madre - In memory of my mother (Pubblicato il 11/05/2019 23:38:28 - visite: 297) »

:: I volti della Violenza - The faces of Violence (Pubblicato il 02/05/2019 23:57:53 - visite: 490) »

:: Notre-Dame degli innocenti (Pubblicato il 22/04/2019 22:13:33 - visite: 464) »

:: Perdersi per ritrovarsi (Pubblicato il 07/04/2019 22:50:09 - visite: 409) »

:: Bagliori di vita (Pubblicato il 30/03/2019 22:33:38 - visite: 355) »

:: Onde primaverili#poesiapoeti (Pubblicato il 21/03/2019 20:31:54 - visite: 352) »