Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia_settimanale
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 172 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Nov 14 01:48:18 UTC+0100 2019
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Flagello di Parigi


Testo proposto da LaRecherche.it

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 02/09/2019 12:00:00

 

 

I CORTIGIANI

 

VIII.

Gli eleganti Signori a passeggiare

In questa Corte all’intorno

Son forse motivo del tuo scorno?

Osserva come si dànno da fare!

Onorevoli spioni

Arraffatori di pensioni,

Vanno spacciando notizie da tarli:

Meriterebbero… io non so che;

Tuttavia, come indagarli?

Strisciamo sul selciato del Re.

 

 

I CAVALIERI DEL SANTO SPIRITO

 

IX.

Una parola dunque su questi messeri

Che fanno insieme plotone,

E banda a parte in questo rione.

Dicono qui i loro paternostri da ieri?

Questi Cordon Bleu li trovi

Atteggiarsi a fierezza nei loro panni nuovi

Tra lustre alabarde del cavolo.

Temono forse questi Signori all’opera

Che li divise gliele rubi il Diavolo

Visto che ci fanno delle croci sopra?

 

IL RE

 

X.

Su questa traccia di giudizio

È bene non far questione:

Adocchio Luigi di Borbone

Dalla porta di servizio;

È un Sovrano assai degno

In più è nel suo luogo di regno,

Sventura a chi gli facesse offesa.

Ben diverse le mie intenzioni, se vuoi;

Lui è primogenito della Chiesa?

Dunque Mazarino è dei suoi.

 

XI.

I monarchi hanno gli artigli longhi

Ci ghermiscono sebza correre

E non amano discorrere

Con un equilibrista dei dittonghi.

Dio ci guarddi dal vigente,

qui specialmente:

il nostro lauro sarebbe vanità…

svignàmocela d’un salto!

Se prende la gente come le città

Subiremmo di certo un brutto assalto.

 

 

[ da Flagello di Parigi - versi proibiti al tempo del Re Sole, Claude Le Petit,  traduzione di Agostino Raff, Edizione del Giano ]

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

La Redazione, nella sezione Poesia_settimanale, ha pubblicato anche:

:: Ciò che occorre è un uomo (Pubblicato il 11/11/2019 12:00:00 - visite: 110) »

:: Tre poesie (Pubblicato il 04/11/2019 12:00:00 - visite: 222) »

:: I am Vertical - Tulips (Pubblicato il 28/10/2019 12:00:00 - visite: 99) »

:: Poesia che mi guardi (Pubblicato il 21/10/2019 12:00:00 - visite: 194) »

:: Aos Amigos (Pubblicato il 14/10/2019 12:00:00 - visite: 191) »

:: Il mondo così fatturato (Pubblicato il 07/10/2019 12:00:00 - visite: 199) »

:: Tre poesie (Pubblicato il 30/09/2019 12:00:00 - visite: 191) »

:: Ma da un presagio d’ali (Pubblicato il 23/09/2019 12:00:00 - visite: 204) »

:: Parabola di Piero (Pubblicato il 16/09/2019 12:00:00 - visite: 144) »

:: Praticare la notte (Pubblicato il 09/09/2019 12:00:00 - visite: 251) »