Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Afghanistan - Il Volto Della Guerra

di VALERIA DI MARCO 

Proposta di Franca Colozzo »

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 20/10/2015 19:30:20

II PREMIO LAURENTUM ITALIANI NEL MONDO Vincitore I° classificato: Valeria Di Marco

 

  AFGHANISTAN

Il Volto Della Guerra

 

Il volto della Guerra è nascosto

dalla rete di un burqa,

una gabbia leggera,

che imprigiona lo sguardo.

E’ negli occhi dei bambini,

prigionieri delle loro paure,

mutilati o ciechi

per giocattoli improvvisati,

piovuti da un cielo ostile.

Il volto della Guerra

è avvolto da turbanti neri,

che ignorano preghiere

e mascherano

l’odio di religione.

E’ nel deserto dei Mujaheddin

e sulle cime dei monti,

nella scuola negata

alla donna oltraggiata.

Il volto della Guerra

è nell’attesa quotidiana

che il massacro finisca,

è nella morte lenta

che il terrore ha seminato.

E’ tra le vette frastagliate

di un paese lacerato

tra lande sconfinate

coltivate ad oppio.

Il volto della Guerra

è nel sorriso incantato

delle donne di Herat,

ammiccanti tra i fasti

di un glorioso passato.

 

 

 

AFGHANISTAN

The Face of  War

 

 

The face of War is hidden

by the net of a burqa,

a lightweight cage

imprisoning the glance.

It's in children’s eyes,

slaves of their fears,

crippled or blinded

by unsuspected toys

rained from a hostile sky.

The face of  War

is wrapped in black turbans,

using religion and prayers

to disguise their hatred.

It’s in the Mujahidin desert,

on the top of the mountains,

in the school denied

to the women enslaved.

The face of  War

is in looking forward

to the end of the slaughter,

in the slow death

that terror has strewed.

It is among the jagged peaks

of a country by war torn apart,

among boundless lands

planted with poppies.

The face of  War 

is in the enchanting smile

of the Herat women,

winking from the splendor

of their glorious past.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Franca Colozzo, nella sezione Proposta_Poesia, ha pubblicato anche:

:: Let it go... , di Mara Di Marco (Pubblicato il 19/10/2018 22:30:18 - visite: 286) »

:: The truth is the truth , di DAVID STEVENS (Pubblicato il 02/02/2018 19:19:49 - visite: 474) »

:: A Mara : capelli al vento in punta di marina , di Franca Colozzo (Pubblicato il 05/12/2016 19:18:19 - visite: 442) »

:: Poem of Condolence , di HH Sheikh Mohammed Al Maktoum, Prince of Dubai (Pubblicato il 21/11/2016 21:25:03 - visite: 139) »